NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sciopero treni e mezzi pubblici: 8 marzo 2017 tutto fermo

Sciopero treni e mezzi pubblici: 8 marzo 2017 tutto fermo

Tutte le informazioni sullo sciopero generale dell'8 marzo, che coincide con lo sciopero dei trasporti che coinvolgerà i treni e gli altri mezzi pubblici, come bus, metro e tram i cui orari subiranno modifiche. Previsti disagi elevati per lo sciopero a Roma e Milano.

da in Economia, Scioperi, Sciopero dei mezzi pubblici, Sciopero treni, Trasporti, Treni, Trenitalia, Trenord
Ultimo aggiornamento:
    Sciopero treni e mezzi pubblici: 8 marzo 2017 tutto fermo

    Treni e mezzi pubblici fermi: ed è allarme sciopero 8 marzo 2017 per possibili disagi. Nella giornata della Festa della donna, è stato infatti proclamato lo sciopero generale che metterà a rischio anche i trasporti. Lo sciopero dei mezzi pubblici, riportato anche sul sito del ministero dei Trasporti, e coinvolgerà per l’intera giornata tutte le categorie di lavoratori, sia pubblici che privati. Disagi sono dunque previsti nelle grandi città: sia lo sciopero a Milano che lo sciopero a Roma promettono infatti di mandare nel caos il traffico, ma a essere messi a dura prova dallo sciopero dell’8 marzo saranno certamente i trasporti pubblici a livello nazionale. Vediamo di seguito i dettagli della giornata di fuoco per pendolari e viaggiatori.

    Lo sciopero dell’8 marzo è generale, nazionale e internazionale, e rischia di dare seri disagi a tutti coloro che usano i mezzi pubblici per muoversi nelle città. In occasione della Festa della donna una serie di sindacati hanno proclamato lo sciopero generale proprio a favore della “lotta delle donne contro la violenza e le discriminazioni di genere”. Lo sciopero mezzi durerà 24 ore e si fermeranno tutti i mezzi pubblici del Paese, per sostenere le donne nel giorno a loro dedicato. Non aderiranno allo sciopero i treni dell’alta velocità, le Frecce Trenitalia, che saranno operative. I treni regionali potranno invece subire ritardi, cancellazioni e variazioni.

    Lo sciopero generale dell’8 marzo coinvolgerà anche i trasporti aerei dalla mezzanotte di martedì 7 marzo alle 23.59 di mercoledì, ma al momento sui siti dei principali aeroporti non sono ancora indicati voli di cui è prevista la cancellazione.

    Lo sciopero generale dell’8 marzo, secondo quanto riportato anche sul sito del ministero, è stato indetto da diverse sigle sindacali: USI (Unione Sindacale Italiana), SGB (Sindacato Generale di Base), e USB (Unione sindacale di base). Da evidenziare l’assenza dei grandi sindacati, come Cgil, Cisl e Uil dai qualii si è registrato il silenzio. I motivi dello stop sono diversi, sintetizzati in un comunicato rilasciato dai sindacati diverse settimane prima dello dello sciopero generale nazionale e dello sciopero dei trasporti che, lo ricordiamo, durerà 24 ore.

    Per lo sciopero dell’8 marzo, l’USB ha diffuso un comunicato: “La lotta delle donne contro la violenza e le discriminazioni di genere – si legge nella nota – indica nella liberazione dallo sfruttamento e dalla precarietà nel lavoro la strada maestra per l’emancipazione. Lo sciopero è una cosa seria e lo faremo, come sempre, convintamente con tutto il nostro impegno. L’unità si conquista nella solidarietà concreta e nella lotta su obiettivi comuni, nel rispetto reciproco. Sanità, Scuola, Mobilità, Previdenza, Servizi sociali pubblici ed universali sono la misura della giustizia sociale e della civiltà umana.

    Il Lavoro per tutti, con una paga adeguata ai bisogni del XXI secolo è la garanzia della libertà di pensiero, di espressione e di organizzazione”, conclude il sindacato.

    A rischio per lo sciopero sono tutti i trasporti nelle città italiane, quindi la circolazione dei treni, delle metropolitane e degli autobus. Il fermo potrà generare caos sia nel trasporto pubblico locale che nazionale. Quindi anche in questa difficile giornata di sciopero trasporti sospesi sono da registrare in varie città: le più problematiche sono i grandi centri urbani, come Milano, Roma, Torino, Genova, Napoli.

    Per quanto riguarda lo sciopero a Milano, i sindacati SGB e USB hanno segnalato che i lavoratori TPL potranno scioperare durante le ventiquattro ore con “varie modalità”. Seguiremo gli aggiornamenti per tenere informati i nostri lettori sulle conseguenze dello sciopero a Milano e sui disagi nella circolazione di metropolitane, autobus e tram Atm. Per quanto riguarda lo sciopero treni, Trenord aderirà allo stop dalle 21 del 7 marzo alle 21 del giorno dopo.

    Lo sciopero generale a Roma interesserà tutte le categorie del pubblico e del privato della Capitale e della provincia, mentre per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, aderiscono allo sciopero a Roma il personale dell’Atac, il personale aeroportuale e il loro indotto, tutte le compagnie aeree e il personale delle aziende del comparto ferroviario. Segui questo link per altre info e aggiornamenti sullo sciopero a Roma.

    895

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EconomiaScioperiSciopero dei mezzi pubbliciSciopero treniTrasportiTreniTrenitaliaTrenord
    PIÙ POPOLARI