Poste Italiane offre lavoro, nuove assunzioni previste nel Bando per postini 2017

Ecco cosa fare per candidarsi a portalettere e ottenere il lavoro offerto da Poste

da , il

    Poste Italiane offre lavoro, nuove assunzioni previste nel Bando per postini 2017

    Poste Italiane offre lavoro per la prossima primavera/estate e ha lanciato il ‘Bando per postini 2017‘ con il quale provvederà a nuove assunzioni di lavoratori con contratto a tempo determinato. Chiunque è interessato può fare domanda e candidarsi a portalettere. Vediamo di seguito come fare domanda per essere assunti come portalettere da Poste Italiane, i requisiti necessari e la scadenza entro cui presentare la candidatura.

    ASSUNZIONI POSTE ITALIANE: SCADENZA

    Poste Italiane effettuerà nuove assunzioni scegliendo tra le candidature arrivate entro il 5 marzo 2017.

    COME FARE DOMANDA PER LAVORARE IN POSTE

    Per candidarsi all’offerta di lavoro di POSTE ITALIANE occorre compilare il form online presente sul sito, andando nella sezione ‘Lavora con noi’, quindi cliccando il tasto ”candidati” presente a questo link, e accedendo (se già registrati) o registrandosi per la prima volta (occorre un indirizzo email valido). L’avvio dell’iter di selezione sarà anticipato da una chiamata dell’ufficio Risorse Umane Territoriali di Poste italiane, alla quale seguirà una mail all’indirizzo di posta elettronica indicato in fase di adesione. Si raccomanda quindi di controllare periodicamente la casella di posta a partire dalla 2° settimana di marzo 2017, verificando anche le impostazioni della cartella spam.

    IL TEST DI ACCESSO AL LAVORO DI POSTE ITALIANE

    L’e-mail in con tutte le specifiche per effettuare il test di selezione per il lavoro in Poste sarà spedita dalla Società Giunti OS (con indirizzo “info.internet-test@giuntios.it”), che è incaricata proprio da Poste Italiane per la somministrazione dell’esame di selezione – e conterrà l’indirizzo internet a cui collegarsi per effettuare il test e tutte le spiegazioni necessarie per il suo svolgimento. Coloro che passeranno questo test attitudinale on line potranno passare alla seconda fase della selezione. Personale di Poste Italiane provvederà a contattare i candidati per la verifica in aula del test già svolto a casa, è previsto un colloquio e una conclusiva prova pratica d’idoneità alla guida del motomezzo usato per le consegne, che sarà a pieno carico di posta.

    I REQUISITI PER IL LAVORO IN POSTE

    I requisiti richiesti per essere valutati e ottenere il lavoro in Poste sono il diploma di scuola media superiore (con votazione minima 70/100) o diploma di laurea, anche triennale (con votazione minima 102/110). Non saranno prese in considerazione candidature prive del voto del titolo di studio. Non sono richieste conoscenze professionali specifiche, ma occorre avere la patente di guida valida e l’idoneità alla guida del mezzo aziendale (generalmente si tratta di il motorino Piaggio liberty 125 cc). Inoltre occorre avere il certificato medico di idoneità generica al lavoro rilasciato dalla USL/ASL di appartenenza o dal proprio medico curante. Per la sola provincia di Bolzano, occorre anche possedere il patentino del bilinguismo.

    CITTA’ INTERESSATE DAL BANDO POSTINI 2017

    Ricordiamo che il candidato potrà scegliere una sola area territoriale di preferenza tra quelle indicate nel bando, che sono:

    – Abruzzo – L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;

    – Basilicata – Potenza, Matera;

    – Calabria – Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo

    – Campania – Caserta, Benevento, Avellino, Salerno;

    – Emilia Romagna – Piacenza, Parma, Reggio nell’Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini;

    – Friuli Venezia Giulia – Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone;

    – Lazio – Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone

    – Liguria – Imperia, Savona, Genova, La Spezia;

    – Lombardia – Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e Brianza;

    – Marche – Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;

    – Molise – Campobasso, Isernia;

    – Piemonte – Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano Cusio Ossola;

    – Puglia – Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani;

    – Sardegna – Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias;

    – Sicilia – Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;

    – Toscana – Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;

    – Trentino Alto Adige – Bolzano, Trento;

    – Umbria – Perugia, Terni;

    – Valle d’Aosta – Aosta;

    – Veneto – Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo.