Stipendi sindacalisti: quanto guadagnano Susanna Camusso e gli altri leader?

Le buste paga dei segretari nazionali dei maggiori sindacati italiani

da , il

    Stipendi sindacalisti: quanto guadagnano Susanna Camusso e gli altri leader?

    A quanto ammontano gli stipendi dei sindacalisti italiani? Quanto guadagnano i leader dei maggiori sindacati? La Cgil ha rivelato lo stipendio di Susanna Camusso. La Cisl, dopo lo scandalo sul reddito percepito dall’ex segretario nazionale Raffaele Bonanni, ha pubblicato le buste paga sul proprio sito. Così come la Fiom di Fabrizio Landini. Mistero, invece, attorno alla Uil delle presunte crociere a spese del sindacato.

    Cgil: quanto guadagna Susanna Camusso?

    Nell’autunno 2015 la Cgil ha dato il via all’operazione trasparenza, svelando lo stipendio del segretario generale. Susanna Camusso, come ha rivelato il segretario confederale dell’organizzazione Nino Baseotto, guadagna 3.850 euro netti al mese. I segretari nazionali, invece, prendono poco meno di 2.800 euro. «Il regolamento del personale e i livelli stipendiali previsti sono disponibili sul nostro sito web: non ci si stupisca se risalgono al 2008. Non è un errore – ha spiegato Baseotto – La segreteria e il direttivo della Cgil hanno deciso di non procedere ad adeguamenti salariali, da allora ad oggi, per rispetto alle migliaia di lavoratrici e lavoratori colpiti duramente dalla crisi». La segretaria del più influente sindacato italiano guadagna quindi il triplo di un operaio e quattro volte un precario.

    Fiom: quanto guadagna Maurizio Landini?

    Qual è la situazione alla Fiom, la Federazione Impiegati Operai Metallurgici che fa capo alla Cgil? Lo stipendio di Maurizio Landini, battagliero segretario nazionale, ammonta a 2.250 euro netti al mesi. Gli stipendi sono pubblicati sul sito. Il doppio, più o meno, del metalmeccanico che difende.

    Gli stipendi della Cisl

    LaPresse

    Passiamo alla Cisl, la Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori di ispirazione cristiana. Il segretario generale Anna Maria Furlan, secondo la busta paga di febbraio 2016, guadagna 3.964 euro al mese. Poco meno degli altri segretari confederali. Insomma, un sindacalista Cisl guadagna circa 4mila euro al mese. Gli stipendi sono stati pubblicati sul sito della Cisl, dopo la bufera che ha travolto Raffaele Bonanni. L’ex segretario generale, dal 2006 al 2011, è arrivato a percepire un reddito lordo annuale di 336mila euro. Come i grandi manager. Per non parlare della pensione d’oro. Lui si difese: «Voglio precisare che la mia pensione netta ammonta a 5.122 euro mensili, dopo 47 anni di regolari contributi e frutto del calcolo sugli ultimi dieci anni di versamenti. Questa è l’unica cifra vera. Tutto il resto sono illazioni farneticanti».

    Stipendi sindacalisti Uil

    E alla Uil? Mistero. Carmelo Barbagallo, segretario generale dell’Unione Italiana del Lavoro, affermò piccato: «Il mio compenso lo rileverò ai nostri iscritti e all’organizzazione. Guadagno molto meno di chi mi interroga». Ha però fatto sapere di percepire una pensione di 2.797 euro con 47 anni di contributi. Ricordiamo che Barbagallo, insieme al predecessore Luigi Angeletti e altri dirigenti, è indagato per appropriazione indebita: secondo l’accusa avrebbero usato soldi del sindacato per viaggi in crociera e acquisti personali.