Banco dell’energia Onlus, per donare luce e gas a chi ne ha bisogno

Quando la bolletta diventa uno strumento di solidarietà

da , il

    Banco dell’energia Onlus, per donare luce e gas a chi ne ha bisogno

    Con il Banco dell’energia Onlus, la bolletta diventa uno strumento di solidarietà per donare luce e gas a chi ne ha bisogno. Il Banco è un ente senza scopo di lucro frutto di un progetto congiunto di A2A, Fondazione AEM e Fondazione ASM, con il sostegno di Fondazione Cariplo, organizzazione che concede contributi a fondo perduto alle organizzazioni del terzo settore per la realizzazione di progetti di utilità sociale.

    Obiettivo dell’iniziativa è aiutare le famiglie in difficoltà economica, che fanno fatica ad acquistare i beni di prima necessità e a pagare le spese della luce e del gas. Il Banco, inizialmente operativo in Lombardia, sarà diffuso in tutti i territori in cui opera A2A.

    La raccolta fondi di A2A

    La più grande multiutility italiana, impegnata in cinque settori tra cui energia elettrica e gas in regime di libero mercato, ha ideato una raccolta fondi rivolta a dipendenti, clienti e a tutti coloro che vogliano fare una donazione. La potranno fare in due modi. Il primo, innovativo, è l’addebito nella bolletta della luce o del gas: l’importo mensile da donare corrisponde a 1,58 euro (circa due settimane di luce per una famiglia media), pari a 19 euro l’anno. L’alternativa all’addebito in bolletta è la donazione libera: 9 euro (il costo di circa una settimana di luce), 19 euro (una settimana di gas), 39 euro (un mese di luce) fino a 239 euro (sei mesi di luce).

    Il bando da due milioni di euro

    Mentre scriviamo, le donazioni effettuate risultano 1.354 e sono equivalenti a un anno di luce per 752 famiglie, e a un anno di calore per 374 famiglie. «I fondi raccolti saranno interamente utilizzati per sostenere progetti a favore delle persone in difficoltà – spiega A2A – grazie al supporto di una rete di organizzazioni no profit, selezionate tramite bando in base alla propria esperienza, serietà e affidabilità». Questo bando, secondo i piani di A2A e Fondazione Cariplo, avrà un importo di due milioni di euro: «Per moltiplicare il valore del gesto di tutti i partecipanti, A2A si è impegnata a raddoppiare tutte le donazioni effettuate dai clienti domestici A2A Energia, fino a raggiungere il traguardo del milione di euro entro il 2017. Fondazione Cariplo, partner del progetto, contribuirà raddoppiando a sua volta tale somma. Tutto questo per promuovere insieme un bando da due milioni di euro, per selezionare una rete di organizzazioni non profit serie e affidabili, in grado di raggiungere il maggior numero possibile di persone in difficoltà».