Bonus gas e luce 2018: a chi spetta e come funziona

Cresce il numero delle famiglie in stato di bisogno che potranno usufruire del bonus di sconto, grazie all’aumento della soglia massima di reddito. Ecco a chi spetta il bonus Luce e Gas 2018 e come ottenerlo.

da , il

    Bonus gas e luce 2018: a chi spetta e come funziona

    Il bonus gas e luce 2018 offre interessanti agevolazioni a una determinata fascia di contribuenti. Cresce il numero delle famiglie in stato di bisogno che potranno usufruire del bonus di sconto, grazie all’aumento della soglia massima di reddito. A chi spetta il bonus Luce e Gas 2018? Quali requisiti servono? Come funziona? Quali sono le domande da compilare per avere accesso al beneficio economico? Quali i documenti da presentare? Ecco le linee guida per accedere al Bonus Luce e Gas 2018, diramate in anteprima da Studio Cataldi.

    Bonus gas e luce 2018: i requisiti

    Per poter ottenere il bonus gas e luce 2018, bisogna essere in possesso di un Isee per nucleo familiare non superiore a 8.107,5 euro. Rispetto allo scorso anno è il primo dato a cambiare: la soglia massima di reddito fino al 2016 è stata di 7.500 euro. Il Bonus Luce 2018 può essere richiesto inoltre da nuclei familiari con più di 3 figli a carico e Isee non superiore ai 20.000 euro. Vale solo per i clienti domestici e per la sola utenza della casa di residenza.

    Bonus gas e luce 2018: le aliquote

    Il Bonus gas e luce 2018 prevede anche un aumento delle aliquote rispetto agli anni passati. Variano in base al nucleo familiare, e sono così suddivise:

    - Per 1-2 componenti 112 euro l’anno;

    - Per 3-4 componenti 137 euro l’anno;

    - Per 5-6 componenti 165 euro l’anno.

    Come si calcola l’Isee?

    L’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) è un indice che permette di misurare la condizione economica delle famiglie, per verificare che abbiano il diritto di accesso ad alcune prestazioni assistenziali come, appunto, il bonus luce. Per il calcolo dell’Isee occorre compilare la DSU (Dichiarazione sostitutiva unica) con cui si forniscono i dati della famiglia (composizione, reddito, patrimonio). Questo documento può essere compilato online, direttamente sul sito dell’Inps, o presso i Caf.

    Come si richiede il bonus gas e luce 2018?

    Se avete verificato e siete in possesso dei requisiti richiesti per poter accedere al bonus gas e luce 2018, per poterlo effettivamente richiedere, dovrete presentare la domanda presso gli uffici del vostro Comune di residenza o presso un Caf. Dovrete prima compilare alcuni moduli:

    - Modulo D: se la domanda è presentata da un delegato;

    - Modulo A, per la vera e propria richiesta di bonus;

    - Allegato CF, che serve a indicare i componenti del nucleo familiare che concorrono all’Isee;

    - Allegato FN: in caso di famiglia numerosa (con Isee entro i 20.000 euro);

    Infine, bisogna portare con sé un documento di identità e una bolletta, per prendere nota del codice Pod e della potenza impegnata.

    Bonus gas e luce 2017: come viene erogato

    Lo sconto del bonus gas e luce 2018 viene ripartito in 12 mesi e arriva tramite compensazione della spesa sostenuta direttamente sulla bolletta della luce.