Bonus 18 anni 2016: app e come richiederlo

Bonus 18 anni 2016: app e come richiederlo

290 milioni erogati per i giovani

da in Bonus, Consumatori, Crisi economica, Economia, Incentivi, News Economia, Povertà, Precari, Reddito, Risparmio
Ultimo aggiornamento:
    Bonus 18 anni 2016: app e come richiederlo

    A settembre arriva il bonus per i consumi culturali da 500 euro destinato a chi compirà 18 anni entro il 31 dicembre 2016. L’esecutivo ha disposto nella legge di stabilità una “carta elettronica dell’importo massimo di 500 euro, che può essere usata per ingressi a teatro, cinema, musei, altri eventi culturali, per acquisto dei libri e l’accesso a zone archeologiche e parchi naturalistici”. Il bonus cultura sarà attivo a partire dal 15 settembre. Ecco come fare per richiederlo.

    In totale saranno 574.593 i ragazzi che potranno usufruire del bonus cultura e che potranno utilizzare i 500 euro entro il 31 dicembre 2017. Per il progetto, lo Stato ha erogato 290 milioni. Lo scorso maggio la misura è stata estesa anche ai giovani extracomunitari residenti con permesso di soggiorno. Ricapitoliamo di seguito chi ha diritto al bonus, come fare a ottenerlo e dove spenderlo.

    Tutti i giovani che sono nati in Italia o che sono regolarmente in possesso di permesso di soggiorno che hanno compiuto 18 anni o li compiranno durante il 2016 hanno diritto a ottenere il bonus.

    Per accedere al bonus cultura i ragazzi dovranno registrarsi in uno dei cinque identity provider (Poste, Aruba, Tim, Infocert e Sielte) per avere lo “Spid” (il Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale) che permette di ricevere le credenziali per accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione ed alcuni servizi privati. Dopo questa registrazione i giovani si vedranno assegnata una sorta di carta di identità virtuale.

    Dopo essersi registrati e avere ottenuto lo Spid occorre attendere il 15 settembre per accedere ai siti online dedicati all’iniziativa, che sono www.18app.it oppure www.diciottapp.it. Qui saranno presenti dei negozi virtuali in cui fare gli acquisti desiderati. Il bonus si potrà utilizzare sia online, sia in negozio (il sistema permetterà di generare un codice-buono legato al nominativo di ogni ragazzo) presentando un apposito tagliando.

    Su questi siti sarà possibile acquistare libri, ingressi a spettacoli e a mostre ma anche a concerti e cinema. Nell’elenco non sono, invece, inclusi computer, tablet, musica online o film in streaming. Da ricordare che gli esercenti possono liberamente inserire le proprie proposte per il bonus dedicato ai giovani. Ad esempio tra chi metterà a disposizione i propri servizi e i propri prodotti per il Bonus Giovani ci sono i grandi nomi della cultura come Feltrinelli o Mondadori. Ad ogni modo sui siti dedicati all’iniziativa sarà consultabile una bacheca curata dal ministero dei Beni Culturali con l’elenco di tutti gli indirizzi utili all’acquisto di cultura.

    549

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BonusConsumatoriCrisi economicaEconomiaIncentiviNews EconomiaPovertàPrecariRedditoRisparmio
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI