Multa Apple: 13 miliardi da pagare all’UE

Multa Apple: 13 miliardi da pagare all’UE

A causa di alcuni accordi illeciti presi con l'Irlanda, Apple è costretta a sborsare una cifra non indifferente.

da in Economia, Fisco, News Economia
Ultimo aggiornamento:
    Multa Apple: 13 miliardi da pagare all’UE

    Secondo una recente notizia, Apple dovrà pagare una multa di circa 13 miliardi di Euro all’Unione Europea. A circa sette giorni di distanza dalla presentazione di iPhone 7, l’azienda di Cupertino subisce un duro colpo che potrebbe intralciare il lancio del loro nuovo device e, forse, le release dei prodotti futuri. Andiamo a vedere più nel dettaglio perché la Mela Morsicata dovrà sborsare una cifra così esosa.

    Secondo il tribunale di Bruxelles, Apple dovrà pagare una multa di 13 miliardi all’Unione Europea a causa di un accordo stretto con l’Irlanda che mirava ad eludere alcune tasse: dal referto si evince che l’accordo fiscale siglato con l’Irlanda ha permesso all’azienda di pagare soltanto l’1% sui profitti UE del 2003 ( sceso poi allo 0,005% nel 2014), nonostante l’aliquota fosse pari al 12.5% . In parole povere, l’Irlanda può recuperare oltre 13 miliardi di Euro per le tasse non pagate nel biennio 2013 / 2014 e, se altri Paesi dell’UE, cercassero di recuperare qualche soldo, facendo un ricorso, la cifra che l’Irlanda andrebbe a ricevere si abbasserebbe drasticamente perché questa struttura fiscale è “tuttavia al di fuori della competenze del controllo Ue sugli aiuti di stato”. La commissaria alla concorrenza UE che ha elargito la sentenza, Margrethe Vestager, non è nuova a questo tipo di sentenze, infatti, a Fiat in Lussemburgo e Starbucks in Olanda fu riservato lo stesso trattamento ad Ottobre 2015. L’indagine era stata aperta a Giugno 2014 sotto l’ex commissario alla concorrenza UE Joaquin Almunia e, finalmente, è stata portata a termine. Secondo alcuni analisti, Apple avrebbe potuto vedersela davvero nera arrivando a pagare un massimo di 19 miliardi di euro, per cui crediamo che l’azienda di Cupertino debba sentirsi, quanto meno, graziata da questo piccolo “sconto di pena”.

    Non c’è che dire, davvero un brutto colpo per la Mela che vede una bella quantità di fondi svanire nel nulla a causa di accordi poco leciti presi qualche anno prima.

    Speriamo da un punto di vista di appassionati di tecnologia, che questo incidente non intacchi la presentazione di iPhone7 e la release di altri prodotti.

    374

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EconomiaFiscoNews Economia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI