Le cose da sapere quando si compra casa

Le cose da sapere quando si compra casa

Gli errori da evitare e la documentazione burocratica necessaria

da in Economia, How To Economia, Mercato immobiliare
Ultimo aggiornamento:
    Le cose da sapere quando si compra casa

    Sono tante le cose da sapere quando si compra una casa. L’acquisto di un appartamento è un passo importante e richiede attenzione nella scelta per non commettere errori. È bene avere le idee chiare sul luogo in cui si vuole andare ad abitare, sulla tipologia di appartamento e sul budget a disposizione. Poi bisogna affidarsi agli esperti (un notaio di fiducia ed eventualmente un agente immobiliare) e pretendere tutta la documentazione necessaria per non incorrere in fregature in sede di rogito. Eccovi una guida.

    Innanzitutto essere certi che si abbia la possibilità economica di acquistare e che andare in affitto sia meno conveniente. Se avete deciso di chiedere un mutuo leggete la nostra guida.

    Se avete deciso di comprare casa stabilite un budget di spesa. Sappiate, però, che nel budget dovranno rientrare anche le spese extra: imprevisti burocratici, eventuali ristrutturazioni e l’arredamento. Se il vostro tetto massimo è, ad esempio, 200mila euro, non potete spenderli solo per l’acquisto della casa: poi non vi resta niente per il resto.

    Scegliete bene la città o il quartiere in cui volete andare a vivere. La scelta è soggettiva. C’è chi preferisce andare a vivere in una villetta isolata dal resto del mondo, ma generalmente controllate che il quartiere sia ben collegato e abbia i servizi principali (supermercati, scuole, farmacie ecc). Ad esempio, se si lavora in una grande città ma si sceglie di andare a vivere in un paesino limitrofo (per costi più bassi e migliore qualità della vita), a costo di fare i pendolari, accertarsi che la stazione sia facilmente raggiungibile.

    Affidarsi a un’agenzia immobiliare fa alzare i costi (all’agente spetta una percentuale in caso di compravendita effettuata) ma consente di avere più sicurezza e garanzie (attenzione comunque alle truffe immobiliari!). Ma non fidatevi ciecamente dell’agente immobiliare: ricordate che il suo obiettivo è farvi comprare la casa per intascare la sua parte. È il suo mestiere. Se è a conoscenza di difetti della casa o del quartiere non ha nessun interesse a confidarvelo.

    Per lui il quartiere sarà sempre tranquillo e la stazione sempre vicinissima: controllate di persona. È sempre bene farsi una bella chiacchierata con i residenti.

    Vi siete innamorati di una casa e volete formulare un’offerta? Non mostrate troppo entusiasmo con l’agente o con il venditore. Verificate prima che si trovi in buone condizioni e che non presenti difetti strutturali. Inoltre, ribadiamo, controllate che abbia davvero i requisiti da voi richiesti (ad esempio possibilità di parcheggio, vicinanza ai servizi, scuole e mezzi pubblici, quartiere tranquillo). Non dimenticate, mentre girate per l’appartamento, di immaginarlo già vostro: ha abbastanza spazio per arredarlo bene?

    Siete decisi all’acquisto? Ora entrano in gioco la burocrazia e il rischio di avere brutte sorprese. Per evitarli, chiedete al venditore (tramite l’agenzia) la documentazione di provenienza (atto di acquisto, denuncia di successione, assegnazione da società). Informatevi se ci sono ipoteche e in caso farle cancellare prima o durante il rogito. Chiedete la scheda catastale per verificare che corrisponda perfettamente allo stato di fatto. E ancora: gli estremi dei titoli abilitativi edilizi e di eventuali condoni edilizi, il certificato di agibilità e la classe energetica. Non dimenticate di chiedere al venditore se ha pagato tutte le spese condominiali, a suo carico fino al giorno del rogito. Chiedete inoltre al venditore o all’amministratore di condominio una copia del regolamento condominiale.

    Portate tutta la documentazione al notaio di fiducia per controllarla scrupolosamente. A quel punto, se tutto è in regola, concordate con lui e il venditore il giorno del rogito. La parcella del notaio è alta: non dimenticate di includerla nel budget di spesa totale.

    766

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EconomiaHow To EconomiaMercato immobiliare
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI