Lavoro, aumentano gli occupati e calano gli inattivi

Lavoro, aumentano gli occupati e calano gli inattivi

Il Ministro Poletti: 'Dati straordinari'

da in Disoccupazione, Economia, Lavoro, Ministero del Lavoro, News Economia
Ultimo aggiornamento:
    Lavoro, aumentano gli occupati e calano gli inattivi

    Rispetto allo scorso anno aumentano gli occupati. Secondo l’Istat le persone con un lavoro sono 71 mila in più rispetto al mese precedente. Dall’altro lato però aumenta il tasso di disoccupazione in Italia che a giugno si assesta all’11,6%.
    L’aumento è attribuibile agli uomini (+2,0%) a fronte di un lieve calo tra le donne. Nonostante il tasso di disoccupazione sia salito è comunque inferiore rispetto a quello dei nuovi occupati e soprattutto al calo degli inattivi.

    Ottime notizie per i giovani: i disoccupati tra i 15 e i 24 anni sono in calo di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente. L’Istat spiega che si tratta dei minimi dall’ottobre 2012.
    Diminuisce anche la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni: a giugno dello 0,4% (-51 mila), proseguendo il calo dei tre mesi precedenti. La diminuzione riguarda uomini e donne. Il tasso di inattività scende al 35,1% (-0,1 punti percentuali).


    Giuliano Poletti sottolinea che “il tasso di occupazione, al 57,3%, è al livello massimo dal 2009″.
    Il Ministro del Lavoro esulta per i risultati raggiunti: “Quando abbiamo iniziato l’esperienza di governo l’avevamo trovato al 42,9% e oggi è al 36,5%, e cioè 6,4 punti percentuali in meno. Possiamo pensare che iniziano a vedersi i risultati delle politiche attivate, a cominciare da Garanzia Giovani”.
    “A conferma di questa valutazione, gli ultimi dati ci dicono che degli oltre 200mila giovani che hanno effettuato e concluso tirocini finanziati dal programma Garanzia Giovani, quasi 95mila (il 47%) hanno trovato un lavoro nei sei mesi successivi”, conclude il responsabile del dicastero del Lavoro.
    Nella media del periodo aprile-giugno, tra gli uomini aumenta il tasso di occupazione (+0,5 punti percentuali) mentre diminuiscono sia il tasso di disoccupazione (-0,2 punti) sia quello di inattività (-0,4 punti). Tra le donne, nello stesso periodo, aumentano il tasso di occupazione (+0,4 punti) e il tasso di disoccupazione (+0,2 punti) mentre diminuisce quello di inattività (-0,5 punti).

    477

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisoccupazioneEconomiaLavoroMinistero del LavoroNews Economia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI