Qualifiche professionali in inglese, l’ufficio ora è sempre più office

Qualifiche professionali in inglese, l’ufficio ora è sempre più office
da in Economia, Lavoro

    Office o ufficio

    Addio all’impiegato di fantozziana memoria. Oggi l’ufficio è sempre più office, con la dilagante, e per certi versi straniante, moda delle qualifiche professionali in inglese. Il buon vecchio ragioniere è stato sostituito dal rampante account, i nuovi arrivati sono tutti un po’ executive junior, i tirannici capi ufficio si sono trasformati in modernissimi manager e il director veglia su tutti dall’alto della sua poltrona di ecopelle (perché il green è cool, come si direbbe dalle parti di Milano). Non siamo più impiegati ma manager di qualcosa e anche chi vi scrive non è più un giornalista ma un web content. La mania tutta italiana di usare inglesismi per qualsiasi cosa, nell’ambito aziendale si è spinta oltre e così abbiamo qualifiche sempre più altisonanti per i soliti, vecchi lavori da ufficio: eccone una selezione.

    sales account

    Se il marketing è il settore per eccellenza degli inglesismi, quello commerciale non è da meno. Compare così la fantomatica figura del Sales Account che altri non è che l’agente commerciale. Cosa fa il/la nostro/a eroe/eroina? Vende i prodotti o i servizi dell’azienda. Vive con il telefono in mano e la rubrica dei contatti è la sua Bibbia, perché nessun cliente deve sfuggirgli. Il suo scopo è, come si dice in gergo, allargare il portafoglio clienti, cioè trovarne di nuovi e gestire i vecchi. Insomma, il buon caro e vecchio venditore.

    head sales

    Se ci sono i sales account, c’è anche un Head of Sales o Sales Manager. In parole povere, stiamo parlando del capo degli agenti commerciali, colui o colei che coordina e gestisce i venditori. Lo schema su Excell e i report (o rapporti) sono il suo pane quotidiano, la riunione è il suo ambiente naturale e la chiusura del trimestre la sua luce.

    ufficio

    Negli uffici non c’è più traccia di ragionieri, tutti trasformati con un tocco di bacchetta in account, ma è l’account manager il vero protagonista. Altro non è che il capo ufficio, il responsabile amministrativo, colui che, dall’alto della sua scrivania, gestisce i conti dell’azienda, controllando che chi fa il vero lavoro (cioè gli impiegati), lo faccia in tempo e bene.

    Social media networks on the computer keyboard

    Ogni azienda che si rispetti oggi ha il Social Media & Web Specialist, una persona cioè che gestisce il lato social online. Otto ore stressanti, tra Seo e dati, a caricare un post su Facebook, a rispondere su Twitter o postare una foto su Instagram: è un duro lavoro ma qualcuno lo deve pur fare.

    receptionist

    Tutti i livelli aziendali sono stati investiti dall’ondata di inglesismi e così la cara vecchia centralinista è ora la receptionist. Una giornata intera tra telefono e casella mail, il primo volto che vede chi entra nella sede aziendale, ma anche fare il caffè e portarli in ufficio durante le riunioni: cambia il nome ma non il lavoro.

    impiegati

    I nuovi arrivati e gli apprendisti, ma anche chi svolge il lavoro quotidiano, quello che fa andare avanti l’azienda. Ecco chi è l’executive: se è sparito dal vocabolario degli uffici 2.0 il termine impiegato, non lo è la mole di lavoro da fare ogni giorno. In un fiorire di manager, director e specialist c’è ancora chi si sporca le mani e si fa venire i calli da tastiera pur di portare a casa la pagnotta.

    851