Canone Rai, modulo e scadenze per richiedere l’esenzione

Canone Rai, modulo e scadenze per richiedere l’esenzione

I contribuenti hanno tempo entro il 16 maggio

da in Agenzia delle Entrate, Canone Rai, Economia, Tasse
Ultimo aggiornamento:
    Canone Rai, modulo e scadenze per richiedere l’esenzione

    E’ pronto il modello di autocertificazione per non pagare il canone Rai indirizzato a coloro i quali non possiedono una tv o intendono segnalare che il canone è intestato a un soggetto diverso dall’intestatario della bolletta elettrica. Da quest’anno la quota annuale del canone sarà addebitata nella bolletta elettrica per un importo di 100 euro. E, soltanto per il 2016, si pagherà una prima rata di 60 euro sulla bolletta di luglio e i restanti 40 euro nei mesi successivi. Chi non è in possesso di un televisore dovrà presentare il modello di dichiarazione sostitutiva per evitare il pagamento del canone introdotto dall’Agenzia dell’Entrate. Ecco come fare.

    (SCARICA QUI IL MODULO PER L’ESENZIONE)

    Per poter inviare il modello tramite via telematica basterà collegarsi sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati. Per quanto riguarda l’invio cartaceo è prevista la presentazione del modello, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

    Per il 2016, primo anno di applicazione del pagamento del canone in bolletta, la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno corrente; dal 2017 in poi, invece, le scadenze per presentare la dichiarazione sostitutiva sono previste dal 1° luglio al 31 gennaio.

    Una volta compilato, il modulo potrà essere inviato online , oppure via posta o rivolgendosi ad un Caf. La scadenza per inviare il modello tramite raccomandata o per via telematica è stata stabilita nel 16 maggio 2016. La dichiarazione di non detenzione di apparecchi tv ha validità annuale e deve essere presentata esclusivamente dai titolari di un’utenza per la fornitura di energia elettrica o dall’erede (in caso l’utenza sia intestata transitoriamente a un soggetto deceduto). Attenzione, però, chi compila il modulo con false dichiarazioni è soggetto a sanzioni civili e penali.

    Grandi rischi per chi ha un televisore e dichiara di non averlo. Chi asserisce il falso o cerca di evadere rischia una condanna al carcere da 8 mesi a 4 anni. La Legge di Stabilità cita un Dpr del 2000 (il numero 445). E il Dpr, il Codice Penale, articolo 482, sulla “Falsità materiale commessa dal privato”.

    472

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Agenzia delle EntrateCanone RaiEconomiaTasse
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI