730 precompilato 2016, cosa cambia? Le principali novità e come fare correzioni

730 precompilato 2016, cosa cambia? Le principali novità e come fare correzioni
da in Agenzia delle Entrate, Detrazioni fiscali, Dichiarazione dei redditi, Economia, Fisco, Modello 730, News Economia
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30/11/2016 07:17

    730

    Quali sono le principali novità del modello 730 precompilato per il 2016? Ecco cosa cambia nel modulo per la dichiarazione dei redditi 2015 di dipendenti e pensionati. Da venerdì 15 aprile 2016, sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il modello 730 precompilato 2016, all’interno del quale vengono già indicate le detrazioni fiscali come le spese sanitarie, l’acquisto di mobili, le spese universitarie, le spese funebri, le spese per la ristrutturazione di immobili e i contributi per la previdenza complementare. Il 730 precompilato può essere accettato così come è, secondo i calcoli fatti dall’amministrazione fiscale, oppure si può modificare e correggere. Ecco quali sono le principali novità del 730 e come operare per la sua eventuale correzione.

    730

    Ciascun contribuente può accedere online alla propria dichiarazione dei redditi tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, il Fisconline, la Carta Nazionale dei Servizi, oppure tramite il Sistema Pubblico d’Identità Digitale che permette di accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione e tramite il sito di INPS, accedendo con il proprio PIN. Le credenziali possono essere richieste sul sito www.agenziaentrate.gov.it, presso gli uffici territoriali delle Entrate o mediante App dell’Agenzia.

    730

    Ogni contribuente, dopo aver controllato i suoi documenti corretti può inviare il 730 precompilato tal quale, se invece le informazioni sono errate o mancanti si deve integrare la dichiarazione precompilata con i dati corretti. Quindi, dal 2 maggio il cittadino ha la possibilità di modificare o inviare senza correzioni il modello 730 precompilato. Il temine ultimo per la trasmissione dei dati è il 7 luglio. In caso di necessità di presentare una dichiarazione correttiva, la scadenza è per il 30 settembre, che slitta al 25 ottobre in caso di presentazione di 730 integrativo tramite CAF o professionista abilitato. In caso di errori di questi ultimi il modello 730 rettificativo può essere presentato entro e non oltre il 10 novembre.

    730

    Ci sono diverse novità per quanto riguarda il 730 precompilato 2016. La più importante riguarda i lavoratori dipendenti con reddito fino a 26mila euro annui, per i quali il bonus Irpef sale, da 640 a 960 euro. Per i frontalieri è stato innalzato da 6.700 a 7.500 euro il reddito da lavoro da computare in quello complessivo, mentre chi lo desidera potrà destinare il 2 per mille a una delle associazioni culturali iscritte nell’elenco stilato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Per i contratti di affitto si potrà indicare il codice identificativo al posto dei dati di registrazione dell’accordo.

    730

    Novità di un certo rilievo sono da evidenziare per quanto riguarda le detrazioni, che riguardano le spese funebri, le spese per la scuola, le spese legate alla casa, come l’acquisto di mobili ed elettrodomestici a risparmio energetico e le ristrutturazioni. Per conoscere tutti i dettagli sulle detrazioni LEGGI QUI

    713

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI