Modello 730: detrazioni per spese mediche

Modello 730: detrazioni per spese mediche
da in Detrazioni fiscali, Dichiarazione dei redditi, Economia, Fisco, Modello 730
Ultimo aggiornamento:
    Modello 730: detrazioni per spese mediche

    Per risparmiare sulle tasse da indicare nel modello 730 si trovano anche molte voci circa le spese mediche detraibili dal reddito imponibile per il 19% dell’importo effettivamente sostenuto. Per questo tipo di oneri si può detrarre un massimo importo di euro 6.197,48 per ogni singolo anno di imposta e ci si riferisce a tutte quelle prestazioni di analisi, specialistiche e non, visite, prestazioni specialistiche, indagini radioscopiche, acquisto di protesi sanitarie, ricoveri in ospedali e cliniche private per interventi ed operazioni chirurgiche, oltre alle cure mediche generiche.

    Per inserire tali spese nel 730 precompilato o nel Modello Unico persone fisiche 2016 bisogna munirsi di tutti i documenti relativi a tali oneri, ovvero scontrini fiscali, fatture e ricevute dei ticket sanitari. Nella dichiarazione dei redditi 2016 i dati sono già inseriti automaticamente, ma possiamo rifiutarli per inserirli a mano. Infine, è bene sapere che possiamo detrarre anche le spese mediche sostenute sia per familiari fiscalmente a carico che non.

    In questo caso, per la detrazione, valgono le stesse regole di quelle sostenute nel nostro Paese ed è sufficiente conservare la fattura rilasciata nel Paese estero allegandovi una traduzione in italiano in caso fosse scritta in lingua differente: per inglese, francese, spagnolo e tedesco se ne può occupare il contribuente stesso mentre per altre lingue sarà necessario avvalersi di una traduzione giurata.

    Nella dichiarazione dei redditi 2016 possiamo detrarre le spese mediche riferite a:

    - visite specialistiche (oculista, dentista, pediatra, ecc.);

    - spese sanitarie specialistiche sostenute negli istituti di ricovero;

    - affitto o acquisto di protesi sanitarie da indicarsi come dispositivi medici (lenti a contatto, occhiali da vista, aerosol, apparecchi acustici o per misurare la pressione, ecc.);

    - analisi di laboratorio;

    - ticket sanitari per operazioni chirurgiche o prestazioni ambulatoriali;

    - prestazioni erogate da personale del sistema sanitario specializzato per l’assistenza (logopedisti, fisioterapisti, infermieri, ecc.);

    - prestazioni specialistiche anche se rese da un medico generico;

    - riabilitazione e fisioterapia;

    - sedute dallo psicologo;

    - prestazioni mediche omeopatiche;

    - affitto attrezzature mediche e cure termali, sotto presentazione di prescrizione medica.

    Le spese sanitarie relative a prestazioni mediche chirurgiche o di assistenza specifica vanno indicate nel rigo E1 colonna 2 se non superano il limite di 129,11 euro. Gli oneri riguardanti mezzi di accompagnamento, deambulazione, locomozione ecc., per soggetti portatori di handicap vanno invece trascritte nel rigo E13 mentre quelle per l’acquisto di tali dispositivi nel rigo E4 nei limiti di 8.075,99 euro, per un solo veicolo e una volta ogni 4 anni.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Detrazioni fiscaliDichiarazione dei redditiEconomiaFiscoModello 730 Ultimo aggiornamento: Venerdì 08/04/2016 15:05
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI