Modello 730: ecco le detrazioni per chi vive in affitto

Modello 730: ecco le detrazioni per chi vive in affitto
da in Detrazioni fiscali, Dichiarazione dei redditi, Economia, Fisco, Modello 730, News Economia
Ultimo aggiornamento:
    Modello 730: ecco le detrazioni per chi vive in affitto

    Detrarre le spese dell’affitto di casa? Si può, compilando il modello 730 o il Modello Unico in riferimento alle spese sostenute nel 2015. Questo tipo di detrazioni fiscali sono previste per limitare la stipulazione di contratti di locazione in nero e per incentivare i giovani a “lasciare il nido”, soprattutto se lavorano. Chi ha stipulato un contratto di locazione ordinario 4+4 può ottenere la detrazione fiscale sull’affitto di 300 euro se gode di un reddito inferiore a 15.493,71 euro, per redditi compresi fra questo importo e 30.987,41 euro si scende a 150 euro di detrazioni, mentre oltre non ve ne è alcuna.

    Ci sono però delle importanti novità per i giovani inquilini: se di età compresa fra 20 e 30 anni possono usufruire di un’ulteriore agevolazione in caso vivano nell’abitazione principale, ovvero una detrazione fino a 991,60 euro per i primi tre anni di locazione se il reddito è inferiore a 15.493,71 euro.

    Se poi questi giovani sono anche studenti universitari o vivono a carico dei propri genitori, hanno diritto a una riduzione del 19% sul canone di locazione con importo massimo di circa 2600 euro, a patto che la residenza all’università sia distante almeno 100 chilometri dalla propria abitazione.

    Inoltre, i lavoratori che per impiego si sono dovuti trasferire possono richiedere una detrazione pari a 991,60 euro se percepiscono un reddito inferiore a 15 mila euro ed a 495,80 euro se è inferiore a 30 mila euro.

    C’è una precisazione da fare, in questo particolare caso: la residenza deve distare meno di 100 chilometri da quella precedente e il cambio di residenza del lavoratore deve essere avvenuto almeno tre anni prima dalla richiesta di detrazione fiscale.

    Per chi usufruisce di contratti in canone di affitto concordato, quelli regolati dalla legge n.431 del 1998, ci sono agevolazioni di 495,80 euro quando l’imponibile è inferiore a 15 mila euro ed a 247,90 se il reddito è compreso tra 15 e 30 mila euro.

    385

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Detrazioni fiscaliDichiarazione dei redditiEconomiaFiscoModello 730News Economia

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI