Le banconote rare che valgono una fortuna

Le banconote rare che valgono una fortuna
da in Banconote, Economia
Ultimo aggiornamento: Giovedì 03/11/2016 07:17

    Quali sono le banconote rare che valgono una fortuna? Grazie ad alcuni dettagli che le trasformano in banconote che valgono di più dell’importo della loro facciata, questo denaro ha un valore numismatico superiore che è dovuto alla presenza di difetti o particolarità, come ad esempio la composizione del numero di serie o la stampa a tiratura limitata. Scopriamo allora, nelle pagine seguenti, quali son le banconote rare italiane comprese quelle in euro, senza dimenticare una tra le più famose banconote rare del mondo.

    lire

    Le vecchie banconote da 50mila lire con la firma di Carlo Azeglio Ciampi (allora governatore della Banca d’Italia) e con il volto di Gian Lorenzo Bernini con serie XE (già fuoricorso al momento del cambio in euro) valgono da 300 a mille euro. Sono state infatti stampate in soli 40mila esemplari. A un’asta un singolo pezzo venne addirittura battuto a 2.500 euro.

    50 euro banconote

    Tra le banconote che valgono di più ci sono quelle da 50 euro con un errore sul filo di sicurezza: se si osserva in controluce, si può vedere la scritta “100 euro”. Ciascuna di loro vale 350 euro.

    100euro

    Alcune banconote da 100 euro hanno un errore di taglio nella carta, e il loro valore è compreso tra i 300 e i 350 euro.

    5 euro

    Le banconote da 5 euro ritenute rare sono quelle con un numero di serie particolare. Le più collezionate sono le banconote con 5 cifre uguali nel numero di serie, che possono raggiungere il valore di 100 euro. Di fatto bisogna controllare le prime sei cifre e la lettera che indica lo Stato di emissione (“S” sta per Italia) della cartamoneta che deve essere in ottime condizioni. Altre serie ritenute rare sono quelle che si possono leggere sia da sinistra a destra che viceversa (esempio: S89355398), le serie con i numeri consecutivi (esempio: S12345678), o i poker (esempio: S6666…).

    1000 dollari

    La casa d’aste Heritage nel 2014 ha venduto una banconota da 1.000 dollari del 1890 per 3.290.000 dollari, unico esemplare disponibile sul mercato (gli atri biglietti sono tutti di proprietà del governo degli Stati Uniti. La cartamoneta firmata da W.S. Rosecrans e da E. H. Nebeker, è conosciuta con il soprannome di grande cocomero (‘big watermelon’), perché i numeri zero stampati sul retro ricordano il frutto estivo. Leggi anche: LIRA: IL VALORE DELLE MONETE PIU’ RARE IN CIRCOLAZIONE

    708

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI