Multe per i fumatori: tutte le nuove sanzioni

Multe per i fumatori: tutte le nuove sanzioni

Sanzionati chi fuma in auto e chi getta i mozziconi a terra

da in Economia, Multe
Ultimo aggiornamento:
    Multe per i fumatori: tutte le nuove sanzioni

    Novità per gli amanti delle sigarette: entra in vigore dal 2 febbraio 2016 il decreto del ministero alla Sanità che accoglie la direttiva dell’Unione europea sul tabacco. Sarà dunque vietato fumare in auto in presenza di minori e donne incinte, e fuori dagli ospedali pediatrici. Per i trasgressori è prevista una multa di 500 euro. Sarà revocata la licenza ai tabaccai che venderanno sigarette ai minorenni. Inoltre d’ora in poi tutti gli italiani che getteranno i mozziconi di sigarette per terra rischieranno una multa di 300 euro. Da maggio, invece, saranno venduti nuovi pacchetti di ‘bionde’ sulla cui superficie saranno stampate immagini shock e messaggi inequivocabili per disincentivare il consumo di tabacco.

    In Italia i fumatori sono circa 10 milioni, il 60% dei quali sono uomini. Secondo il ministero alla Sanità il fumo provoca tra i 70 e gli 83mila morti ogni anno. Per aiutare chi vuole smettere di fumare, su ogni confezione di sigarette sarà anche stampato il numero verde antifumo dell’Istituto superiore di sanità (800.554.088).

    Oltre alla stretta sul fumo e sul tabacco, anche il Collegato ambiente, composto da ben 79 articoli, porta novità rilevanti nella quotidianità degli italiani. L’aspetto che ha acquisito, sin da subito, notevole rilievo è la multa di 300 euro per tutti i fumatori che getteranno a terra i mozziconi delle loro sigarette.

    Mentre l’abbandono di qualsiasi rifiuto, che sia un chewing gum o un fazzoletto di carta, sul suolo pubblico o altro posto che non sia un cestino, comporterà una multa dai 30 ai 150 euro. Ma il nuovo provvedimento include altre riforme sempre volte a rendere l’Italia un Paese più green. Ad esempio torna il vuoto a rendere, in bar, alberghi e ristoranti, anche se al momento si tratta di un progetto sperimentale. Gli esercenti potranno decidere autonomamente se applicare una cauzione al momento dell’acquisto, che verrà restituita qualora il cliente riporti il vuoto. Una pratica peraltro che nel nord Europa esiste da molti anni. Il progetto coinvolge nei cambiamenti anche i Comuni. La nuova tassa sui rifiuti andrà a premiare le città più virtuose, mentre penalizzerà quelle che non rispetteranno i minimi di raccolta differenziata.

    Potrebbe anche accadere che i Comuni penalizzati si rivalgano sui cittadini aumentando loro la tassa dei rifiuti. Lo Stato ha inoltre in programma di stanziare una cifra pari a 35milioni di euro per specifici incentivi, che verranno messi a disposizione di chi rispetta l’ambiente. Infine, il Collegato ambiente si occupa anche di animali domestici: grazie alla nuova legge, Equitalia non potrà più pignorare gli animali da compagnia, sia che siano utilizzati a scopo assistenziale, che terapeutico.

    518

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EconomiaMulte
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI