Assicurazione per ciclisti: una novità che riguarda oltre 6,5 milioni di italiani

Assicurazione per ciclisti: una novità che riguarda oltre 6,5 milioni di italiani

Il 9% degli italiani usa la bici ogni giorno

da in Assicurazioni, Biciclette, Economia
Ultimo aggiornamento:
    Assicurazione per ciclisti: una novità che riguarda oltre 6,5 milioni di italiani

    L’assicurazione per i ciclisti urbani è realtà. A tutti coloro che si spostano in città usando la bicicletta, Federciclismo ha proposto dal 2016 di stipulare un’assicurazione adatta ai bikers che si chiama proprio UrbanBike e che garantisce la responsabilità civile, la copertura delle spese in caso di cure dopo un incidente, nonché il recupero della bici che è stata eventualmente coinvolta in uno scontro. Urbanbike ha una durata annuale, non copre il furto del mezzo, ed è disponibile in tre ”taglie”: basic da 30 euro, basic+ da 40 euro, gold da 45 euro e gold+ da 55 euro. Si tratta di una novità che sta riscuotendo un certo successo tra gli amanti delle due ruote.

    L’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici (Ania) fa presente che in Italia stipulare una polizza per la circolazione stradale non è obbligatorio, ma ci sono soluzioni in cui la copertura Rc del capofamiglia comprende la responsabilità civile verso terzi anche per quanto riguarda i proprietari di bici.

    I ciclisti che sono rimasti vittime di incidenti stradali e sono rimasti feriti mentre erano alla guida delle loro biciclette, durante l’anno 2014, sono stati 16.994, per un totale di 18.055 bici coinvolte. Ma il dato più drammatico riguarda i morti, che sono stati ben 273, un numero davvero elevato se consideriamo che il 9% degli italiani (per un totale stimato in 6,5 milioni) pedala ogni giorno sulla sua bici per raggiungere il posto di lavoro o muoversi nella propria città.

    Michele Mutterle, segretario organizzativo della Fiab, Federazione italiana amici della bicicletta, ha spiegato come è stata accolta la novità dal popolo dei ciclisti: ”La sicurezza dipende dal numero dei ciclisti che si muovono sulle strade. Più siamo e più si diventa sicuri. Di conseguenza, qualsiasi forma di tutela che incentivi il traffico a due ruote è la benvenuta”, ribadendo: ”Anche noi stiamo ipotizzando una copertura analoga; per il momento, i nostri soci sono assicurati se provocano danni a terzi.

    In più, grazie a un premio che costa 90 euro, possono essere coperti per vari infortuni, dalla bici allo sci agli incidenti domestici”.

    A quali tariffe ci si può assicurare con UrbanBike? Si parte dall’assicurazione Basic che costa trenta euro per arrivare alla Gold+ che invece si ottiene pagando 55 euro. Spiega Diego Vollaro della Federciclismo: “La Basic assicura per le spese mediche sostenute in caso di caduta e per la responsabilità civile verso terzi, recupera il malcapitato e la bici dopo l’incidente e offre consulenza medica. La Gold, in più, offre anche una garanzia in caso di collisione o urto della bici con un veicolo identificato (il massimale per i danni a terzi è di mezzo milione di euro, ndr). Per acquistare la tessera, basta collegarsi al sito UrbanBike“.

    Per conoscere tutti i dettagli del progetto basta cliccare il sito o telefonare al numero verde 800 456 789 attivo dalle 10:00 alle 17:00.

    585

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AssicurazioniBicicletteEconomia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI