Tasse sulla casa in Italia, in Europa e nel mondo: come funziona negli altri Paesi?

Tasse sulla casa in Italia, in Europa e nel mondo: come funziona negli altri Paesi?
da in Economia, Stati Uniti d'America, Tasse, Unione Europea
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/03/2016 10:14

    Se la legge di stabilità 2016 voluta dal governo Renzi andrà a buon fine, l’Italia diventerà l’unico paese europeo a non avere alcuna tassa sulla prima casa. La scelta dell’esecutivo è infatti di eliminare Imu e Tasi per tutti i tipi di immobili, comprese le case di lusso. Chi vive in un castello o in una villa di prestigio non pagherà nulla, così come chi si è indebitato per decenni per un trilocale in periferia. In attesa della parola definitiva, vediamo com’è la situazione riguardante le imposte sugli immobili in Europa e negli Stati Uniti, dove proprio recentemente sono state introdotte alcune misure anti-crisi. In tutti i principali paesi dell’Unione Europea esistono forme di prelievo sul patrimonio e sulle abitazioni di proprietà. Andiamo a conoscerle nelle seguenti pagine.

    In Germania, dove il sistema fiscale è differente da quello italiano, non esiste una tassa patrimoniale sulla casa ma c’è un’imposta fondiaria stabilita dal governo centrale, variabile nei Land e da città a città. Le proprietà immobiliari, possedute a titolo privato o appartenenti al patrimonio aziendale, sono soggette pertanto a un tributo richiesto localmente.

    In Gran Bretagna esiste una tassa che viene pagata al momento dell’acquisto della casa. La council tax serve a finanziare i servizi municipali (rifiuti, manutenzione strade, welfare). L’aliquota varia in base al tipo di appartamento ed è legata alla residenza, non alla proprietà. Quindi a pagare il tributo è chi abita in una casa, a prescindere se è proprietario o inquilino.

    In Francia ci sono due imposte sulle casa, entrambe prelevate dallo Stato, la taxe fonciere e la taxe d’habitation, che viene poi riversata ai comuni.

    In Belgio i cittadini che possiedono casa pagano la ”precompt immobilier”. L’imposta sulla casa belga si applica in base alle regioni e al valore catastale dell’immobile in questione.

    In Spagna i contribuenti proprietari di casa pagano l’Ibi (Impuesto sobre bienes inmuebles), una tassa locale che varia in relazione ai singoli comuni.

    Negli Stati Uniti d’America i cittadini pagano al governo locale la property tax, che ovviamente si differenzia fra i diversi cinquanta stati confederali.

    663