Come pagare il canone Rai: on line, con bancomat, in tabaccheria, alla Posta o col telefono

Come pagare il canone Rai: on line, con bancomat, in tabaccheria, alla Posta o col telefono
da in Banche, Canone Rai, Economia, Equitalia, Rai, Tasse, Televisione
Ultimo aggiornamento:
    Come pagare il canone Rai: on line, con bancomat, in tabaccheria, alla Posta o col telefono

    Il canone Rai è la tassa più odiata dagli italiani, nonché la tassa più evasa dalle aziende, con picchi di evasione che raggiungono il 95%. E diciamocelo, pur essendo una delle tasse più diffuse, è anche una delle più stravaganti. Sapevate per esempio che la Rai impone di pagare il canone anche se, pur non possedendo una televisione, si ha un PC? Questo vale per le utenze domestiche, ma non per le aziende. Oggi il canone è al centro di un tentativo di riforma, con il governo impegnato a rinnovare le modalità di pagamento e di versamento dell’imposta, cercando di andare a ridurre il totale da versare ma estendendolo a tutti i cittadini in possesso di un televisore. In attesa di capire come sarà il nuovo canone, vediamo come pagare il vecchio “caro” abbonamento Rai.

    Ci sono diversi modi per pagare il canone Rai, dai più tradizionali ai più moderni: si può scegliere tra il pagamento on line, con bancomat, in tabaccheria, alla Posta o col telefono. Vediamoli nel dettaglio.

    Tutto quello che si deve avere sotto mano è il numero di abbonamento, il codice di controllo e ovviamente il numero della propria carta di credito. Basta collegarsi al sito gruppoequitalia-pagaonline. Le carte di credito abilitate sono: Visa – Mastercard – Moneta – Aura – Diners – American Express. Si possono eseguire pagamenti fino a un massimo di euro 1.000,00 per ogni transazione. Il costo del servizio, attivo 24 ore, è di 2,10 per imposta.

    Elencare tutte le banche che accettano il pagamento on line per il canone Rai sarebbe troppo lungo. Rimandiamo a abbonamenti.rai.it al sito internet della Rai dove sono elencate tutte le banche.Il costo del servizio varia da istituto ad istituto, comunque di media si aggira fra 1 e 1,5 euro.

    Nel libretto di abbonamento si trova un bollettino postale c/c 3103. Poi ogni anno le Poste inviano un bollettino per invitare l’utenza a pagare il canone. Chi è titolare di un conto BancoPosta può fare il tutto anche on line dal sito di Poste Italiane. Basterà essere in possesso del bollettino di rinnovo dal quale rilevare il codice postale di 18 cifre (in fondo allo stesso).

    I non correntisti possono rinnovare il canone collegandosi al sito delle Poste Italiane ed effettuare il pagamento con carta Visa o Mastercard. Si deve avere a portata di mano il bollettino di rinnovo dal quale desumere il codice postale di 18 cifre (si trova in fondo).

    Si può pagare il canone Rai anche presso le tabaccherie del circuito Lottomatica Servizi. Si paga 1,55 euro e occorre fornire il numero di abbonamento e il codice di controllo.

    Pagare il canone Rai al telefono è molto semplice: basta chiamare il numero verde 800.191.191 (dal lunedì al venerdì dalle 6:00 alle 22:00, sabato e festivi tutto il giorno).
    Chi chiama dall’estero deve comporre uno di questi numeri dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle ore 17:00:
    0039 0264166707
    0039 0264166725
    0039 0264166710
    0039 0264166708

    Come sempre, occorre prima prepararsi il numero dell’abbonamento, il codice di controllo ed i dati della propria carta di credito. Le carte accettate sono: Visa, Mastercard, Moneta, Aura, Diners e American Express.
    Il tutto costa 2,42 euro.

    642

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BancheCanone RaiEconomiaEquitaliaRaiTasseTelevisione
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI