Dividendi 2015, Del Vecchio è il più ricco: la top ten

Leonardo Del Vecchio guida la classifica dei dividendi per il 2015, davanti al gruppo Benetton e ai fratelli Rocca: fuori dalla top ten Della Valle.

da , il

    Tempo di dividendi per le più ricche famiglie italiane e, con la Borsa in voglia di ripresa, e una cedola che arriva a rendere il 3%, c’è chi festeggia. In testa alla classifica, stilata dal Corriere della Sera, c’è Leonardo Del Vecchio, patron di Luxottica, che supera i fratelli Benetton (primi nel 2014) e i Rocca. Buone notizie anche per lo Stato che incassa una quota di dividendi pari a 1,4 miliardi, con Eni che si prende oltre la metà del valore a quota 726 milioni di euro: seconda e terza rispettivamente Enel e Snam (332 e 216 milioni), con quote in arrivo anche da Terna, Stm e Raiway. Fuori Fincantieri e Finmeccanica che non hanno portato a dividendi.

    1. Leonardo Del Vecchio

    A primeggiare nel 2015 troviamo il patron di Luxottica Leonardo Del Vecchio che incassa con la sua finanziaria di controllo Delfin 490,5 milioni di dividendi grazie in particolare alla società degli occhiali: una cifra più che doppia rispetto allo scorso anno quando si portò a casa 231 milioni di euro.

    2. Fratelli Benetton

    Secondo posto per la famiglia Benetton a quota 326 milioni di euro di dividendi, grazie soprattutto ad Atlantia e Generali. Nonostante i 32 milioni in più rispetto al 2014, sono però dietro a Del Vecchio.

    3. Fratelli Rocca

    Effetto cambio e crescita di Tenaris portano i fratelli Gianfelice e Paolo Rocca al terzo posto con una quota di dividendi pari a 291,6 milioni di euro.

    4. Silvio Berlusconi

    Buona annata anche per Silvio Berlusconi che sale in quarta posizione dalla sesta dello scorso anno con 19 milioni di più rispetto al 2014 per un totale di 83,3 milioni di euro.

    5. Boroli-Drago

    Scende invece la posizione della famiglia Boroli-Drago (Generali e Dea Capital), oggi quinti, con 75,5 milioni di dividendi, a fronte dei 94 registrati lo scorso anno.

    6. Ennio Doris

    Buone le performance anche per Ennio Doris di Mediolanum che si piazza al sesto posto con una crescita di oltre 5 milioni di euro che lo portano a un totale di 73,7 milioni nel 2015.

    7. Ferragamo

    Chiusura in leggero rialzo per il gruppo Salvatore Ferragamo e per il presidente Ferruccio Ferragamo che per il 2015 incassa una quota di dividendi pari a 53,8 milioni di euro, tre in più rispetto al 2014.

    8. Recordati

    Nuova entrata nella top ten per il gruppo della famiglia Recordati, guidata dal presidente Giovanni Recordati, che sale in ottava posizione dalla sedicesima dello scorso anno grazie alle cedole del gruppo omonimo farmaceutico, passate da 0,33 euro nel 2014 a 0,50 euro nel 2015, per un totale di 53 milioni di euro.

    9. Maramotti

    Nona posizione per la famiglia Maramotti, guidata oggi da Luigi Maramotti, che incassa 48,8 milioni di euro di dividendi, salendo di cinque posizioni rispetto al 2014: a crescere sia il coupon della banca di casa, la Credem, che la partecipazione in Unicredit.

    10. Caltagirone

    Chiude la top ten il gruppo della famiglia Caltagirone, guidata dal presidente Francesco Gaetano Caltagirone, che entra in decima posizione con 46 milioni di dividendi, salendo di cinque posizioni rispetto allo scorso anno: a spingere in alto le partecipazioni in Generali e Acea.