Esenzione 048: cosa comprende l’esonero per chi è affetto da neoplasie

Esenzione 048: cosa comprende l’esonero per chi è affetto da neoplasie
da in Economia, Sanità
Ultimo aggiornamento:
    Esenzione 048: cosa comprende l’esonero per chi è affetto da neoplasie

    Chi è soggetto a patologie croniche invalidanti, incluse nel DD.MM 326 del 1999 e 296 del 2001, ha diritto all’esenzione del ticket per le visite mediche, generiche e specialistiche, rilevanti la patologia di cui è affetto. Per ottenere l’esenzione, il cittadino deve rivolgersi ad uno sportello U.O.A. Medicina legale, presentando la certificazione medica relativa alla patologia, rilasciata da una struttura pubblica o accreditata. Non sono infatti ritenuti validi dei certificati rilasciati da strutture sanitarie private non accreditate, questo per evitare la falsificazione del documento, in modo da accertare una patologia non esistente al solo scopo di ricevere i benefici economici ad essa derivante.

    Ai fini del riconoscimento della patologia e al rilascio dell’esenzione, sono validi i seguenti documenti:

    Copia della cartella clinica rilasciata da una struttura ospedaliera pubblica
    Copia del verbale di invalidità
    Copia della cartella clinica rilasciata da una struttura privata accreditata, dopo valutazione del medico della Azienda ASL di residenza
    Certificati delle Commissioni mediche degli Ospedali militari
    Certificazioni rilasciate da Istituzioni sanitarie pubbliche di Paesi UE

    Dopo aver ricevuto la tessera di esenzione per neoplasie recante il codice 048 si ha diritto ad usufruire in maniera gratuita – dietro presentazione della stessa – sia dei farmaci collegati con la patologia tumorale diagnosticata, sia delle prestazioni mediche e sanitarie relative alla malattia, ovvero delle eventuali complicanze, per la riabilitazione e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti, come esami diagnostici e cure medico/infermieristiche che possono essere eseguite presso strutture pubbliche o convenzionate. In caso di patologia indipendente dalla malattia tumorale o dalle sue complicanze, l’esenzione è nulla.

    Le esenzioni possono essere a validità illimitata o limitata, dipende dal tipo di patologia e dalla sua gravità. Per esempio, se si è soggetti ad una patologia che porterà problemi per il resto dell’esistenza, si avrà diritto all’esenzione illimitata.

    Le esenzioni per neoplasie maligne e da tumori di comportamento incerto, quelle che hanno il codice esenzione 048, possono avere durata di 5 o 10 anni dalla data della prima diagnosi, o illimitata. Dopo i 10 anni l’esenzione viene confermata sulla base della certificazione prodotta dalla struttura oncologica di riferimento che ha in cura il paziente. In caso di necessità, ossia se la patologia persiste, l’esenzione limitata può essere rinnovata entro il periodo di validità dell’esenzione stessa, ad esempio durante una delle visite di controllo programmate con lo specialista che attesta la persistenza della patologia.

    474

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EconomiaSanità

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI