Trasferimento del conto corrente: le principali novità

Approvata la portabilità dei conti correnti. Le principali novità per trasferire il conto da una banca all’altra gratuitamente e in tempi certi.

da , il

    E’ stato approvato il decreto sulle banche che riguarda la portabilità dei conti correnti. Gli italiani avranno la possibilità di trasferire il proprio conto da un istituto bancario all’altro in tempi molto brevi, senza spese e senza restrizioni, come l’applicazione di eventuali penali. L’operazione si potrà condurre in modo completamente gratuito. La banca avrà 12 giorni lavorativi di tempo per evadere la richiesta di trasferimento. E’ obbligatorio che l’istituto bancario rispetti queste regole, altrimenti potrà incorrere in delle sanzioni molto pesanti, che vanno da un minimo di 5.160 euro ad un massimo di 64.555 euro. Queste regole sono utili anche per spostare conti titoli e le banche avranno 3 mesi di tempo per adeguarsi alla nuova normativa.

    Tempi certi

    Una delle novità più importanti stabilite dalla legge di recente approvata consiste nei tempi certi, su cui un cliente può contare, per riuscire a svincolare il conto rapidamente. Alla banca, presso la quale si decide di spostare il conto corrente, dovranno essere comunicate non soltanto le somme depositate, ma si dovranno inoltrare tutti gli ordini di incasso e di pagamento. In questa maniera non c’è il rischio che l’operazione possa trovare intralcio a causa di passaggi in sospeso. Il termine stabilito è di 12 giorni lavorativi.

    Il rimborso

    Se le banche non rispettano i termini stabiliti dalla legge, il cliente potrà avere anche un rimborso. In caso che l’istituto bancario prenda una multa per inadempienza, il cliente avrà un rimborso automatico e gli sarà restituito un importo calcolato in misura proporzionale rispetto al ritardo e alla disponibilità esistente sul conto di pagamento.

    Un solo modulo

    Per cambiare banca non ci si deve preoccupare di dare nessuna comunicazione all’istituto che si vuole lasciare. Non ci si deve neanche recare allo sportello per compilare dei moduli. Di solito molte banche hanno operato fino a questo momento facendo apparire il passaggio di conto corrente da un istituto all’altro come qualcosa di complicato. Adesso non dovrebbe essere più così. La nuova banca deve semplicemente far firmare i moduli necessari e il cliente deve indicare la data dalla quale fare partire i bonifici e gli addebiti.

    Le spese per la tenuta del conto

    La legge stabilisce che le spese di tenuta del conto devono essere tagliate a partire dalla data nella quale si chiede il trasferimento del conto stesso. Se ci si riferisce a spese per i servizi fatturati in maniera periodica, queste potranno essere applicate soltanto in misura proporzionale per il periodo precedente al passaggio del conto. Se sono state pagate anticipatamente, dovranno essere rimborsate.

    3 mesi di tempo

    Gli istituti di credito hanno ottenuto un termine di 3 mesi per adeguarsi alle nuove norme. Inizialmente il testo approvato dal Parlamento non conteneva questo periodo, ma le banche hanno chiesto di avere a disposizione dei termini per potersi attenere ai nuovi obblighi e per mettere in atto in maniera efficiente il nuovo sistema.