Il capo ideale: regole e caratteristiche per raggiungere il successo

Come deve essere un buon capo? Responsabile, trasparente, empatico, imparziale, capace di organizzare e divertire.

da , il

    Il capo ideale, il capo perfetto in ufficio – come in qualsiasi altro team di lavoro – deve avere delle caratteristiche molto chiare e definite per poter essere apprezzato anche dai suoi dipendenti ed essere definito davvero un buon capo, responsabile, affidabile e vincente. Chi lo dice? La ricerca in questione è stata stilata da Wyser, società di Gi Group che si occupa di ricerca e selezione di profili di medio e alto management. Un clic sulla freccia per proseguire nella lettura–>

    Esempio

    La leadership si conquista con l’esempio: il buon capo con le sue azioni deve essere un esempio e motivare i suoi dipendenti in modo chiaro secondo i valori e gli scopi dell’azienda in questione.

    Comunicazione

    La trasparenza nella comunicazione è fondamentale, compresa la parte più difficile, cioè quella legata ai responsi negativi.

    Empatia

    L’empatia è una caratteristica importante per un buon leader. Saper riconoscere e anticipare i bisogni dei collaboratori consente di ottenere il meglio da loro.

    Serenità contro stress

    Il leader capace riesce a focalizzare l’attenzione della squadra al raggiungimento dei risultati: trasmette tranquillità e serenità, ma anche orientamento all’obiettivo. Evita di passare stress ed eccessiva emotività che sono destabilizzanti per i collaboratori.

    Imparzialità

    Il buon capo deve essere imparziale, deve cioè utilizzare una metrica di valutazione delle prestazioni che sia davvero oggettiva per tutto il team di lavoro.

    Autorevolezza

    L’autorevolezza del capo va confermata con un atteggiamento volto al decisionismo: incertezza e tentennamenti sono nocivi al lavoro del team.

    Pianificazione

    Il capo ideale non si lascia sorprendere ma si preoccupa di organizzare e pianificare il proprio lavoro e quello degli altri collaboratori.

    Capacità di ascoltare

    Il buon leader sa ascoltare i collaboratori e dargli la giusta attenzione, senza scendere in toni troppo confidenziali.

    Etica

    Un comportamento eticamente accettabile è un presupposto essenziale per ottenere successo anche negli affari. E il buon capo lo sa.

    Divertimento

    Un buon capo deve sapere essere responsabile e affidabile ma anche divertente. La serietà sul lavoro non esclude, infatti, il coinvolgere i propri collaboratori con elementi allegri e divertenti che possano migliorare il lavoro del team.