Bollette di luce e gas meno care nel 2015: stabilite riduzioni dei prezzi

da , il

    Bollette di luce e gas meno care nel 2015: stabilite riduzioni dei prezzi

    L’Autorità per l’Energia, procedendo nell’aggiornamento tariffario trimestrale, ha deciso che dall’1 gennaio 2015 ci sarà una riduzione del 3% della bolletta della luce e un’altra dello 0,3% per quella del gas. Una decisione che giunge inaspettata e che fa respirare le famiglie italiane, che potrebbero beneficiare di questa riduzione dei prezzi per servizi ritenuti essenziali nell’ambito dell’economia domestica. Si stima che, complessivamente, ci sarà un risparmio su base annua di oltre 72 euro. I dati sono riferiti ad una famiglia tipo.

    Federconsumatori ha fatto notare che le tariffe decise rappresentano un passo avanti importante in una direzione giusta. In ogni caso per gli esperti servirebbe ancora uno sforzo da parte del Governo, che possa essere mirato proprio ad una riduzione del carico fiscale.

    Le riduzioni

    Se si vanno ad esaminare nello specifico le spese che una famiglia tipo ha dovuto e dovrà affrontare per l’elettricità, si calcola che da aprile 2014 a marzo 2015 il costo complessivo è di 513 euro. In questo si evidenzia un calo dello 0,6% rispetto ai mesi dello stesso periodo dell’anno precedente, in riferimento all’intervallo che va da aprile 2013 a marzo 2014. Molto chiare sono anche le analisi che riguardano la spesa che le famiglie italiane sostengono per il gas. In riferimento allo stesso periodo il prezzo sarà di 1.143 euro, con una riduzione di circa il 6%.

    La riduzione dei costi per l’energia elettrica è dovuta al fatto che i costi per l’acquisto dell’energia sono andati al ribasso. Inoltre proprio questi sono i prezzi stabiliti per mantenere in equilibrio il sistema, che comunque viene compensato in parte dall’aumento delle tariffe a copertura dei costi fissi di rete. Gioca anche una parte importante un piccolo adeguamento degli oneri di sistema.

    Per quanto riguarda il gas, le riduzioni sono lievi, tuttavia l’Autorità per l’Energia osserva che sono importanti perché già si riferiscono a delle quotazioni che tendenzialmente sono più elevate, perché riguardano mesi invernali. I prezzi del gas all’ingrosso, sia in Italia in particolare che in Europa in generale, per il prossimo trimestre dovrebbero essere portatori di alcuni vantaggi per i consumatori e appaiono in linea con quelli relativi all’ultimo trimestre del 2014.