Irap 2014: istruzioni, scadenze e novità per i professionisti

da , il

    Irap 2014: istruzioni, scadenze e novità per i professionisti

    L’Irap 2014 risponde a delle precise istruzioni e scadenze. Sono state introdotte delle novità per i professionisti e per le imprese, che dovrebbero portare, almeno per le piccole aziende, ad un risparmio pari ad oltre 10.000 euro in un anno. Ci sono, comunque, degli aspetti paradossali, che vanno tenuti in considerazione: l’Irap rischia di penalizzare chi ha addetti in Italia, rispetto a coloro che hanno optato per la delocalizzazione. Lo ha rivelato una simulazione, che è stata condotta dal gruppo di studio Eutekne.

    - SCARICA IL MODELLO IRAP 2014 [PDF]

    - SCARICA LE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO

    A questo proposito sono stati rintracciati dei dati molto precisi, che mettono in evidenza lo squilibrio fra le aziende che producono in Italia e quelle che hanno preferito spostarsi all’estero, dove l’Irap non esiste. La deducibilità integrale dell’Irap potrebbe avvantaggiare soltanto le grandi imprese, quelle che hanno un maggior numero di dipendenti.

    La scadenza

    Il modello Irap deve essere presentato dalle persone fisiche o dalle società semplici entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo di imposta. I soggetti Ires e le amministrazioni pubbliche devono presentare il modello entro il nono mese successivo a quello di chiusura del periodo di imposta. Può accadere che la presentazione avvenga in ritardo: se avviene entro 90 giorni dalla data di scadenza, la dichiarazione è considerata valida, ma verrà applicata una sanzione di 25 euro. Dopo 90 giorni la dichiarazione viene considerata omessa.

    Chi la deve presentare

    Devono presentare la dichiarazione Irap le persone fisiche che abbiano un’attività commerciale o che siano titolari di reddito di lavoro autonomo, i produttori agricoli, che siano titolari di reddito agrario o gli esercenti di attività di allevamento di animali, coloro che esercitano attività di agriturismo, le società semplici, in nome collettivo e in accomandita semplice, le società e gli enti soggetti all’imposta sul reddito della società, le amministrazioni pubbliche e alcuni enti (a seconda delle attività che hanno esercitato nel territorio dello Stato).

    Come si presenta

    La dichiarazione Irap può essere presentata in via telematica attraverso i servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate oppure rivolgendosi a degli intermediari abilitati, come associazioni di categoria o Caf. I servizi online messi a disposizione consistono nel servizio telematico Fisconline e nell’Entratel. Il secondo si deve utilizzare se si è tenuti a presentare il modello 770 in relazione a più di 20 soggetti. Se si sceglie un intermediario, la dichiarazione può essere compilata sia dal contribuente che dall’intermediario stesso. In questo caso l’intermediario deve rilasciare una dichiarazione, datata e sottoscritta, attraverso la quale si assume l’impegno a trasmettere in via telematica i dati contenuti nel modello e poi, entro 30 giorni, l’originale della dichiarazione firmata dal contribuente e la comunicazione dell’Agenzia delle Entrate, che possa attestare l’avvenuta ricezione del modello Irap.