Estratto conto contributivo 2014 Inps e Inpdap: tutti le informazioni utili

Estratto conto contributivo 2014 Inps e Inpdap: tutti le informazioni utili
da in Economia, INPS, Pensioni, Contributi INPS
Ultimo aggiornamento:
    Estratto conto contributivo 2014 Inps e Inpdap: tutti le informazioni utili

    Quando si parla di estratto conto contributivo, si intende l’elenco dei contributi che risultano registrati negli archivi dell’Inps a favore del lavoratore fin dall’apertura della sua posizione assicurativa, nella quale sono raccolti i contributi da lavoro, figurativi e da riscatto. Ma cerchiamo di raccogliere tutte le informazioni utili in merito all’estratto conto contributivo.

    Accedendo all’estratto conto contributivo e consultandolo, il lavoratore può verificare la presenza di tutti i contributi versati autonomamente o dai propri datori di lavoro al fine di segnalare per tempo eventuali discordanze o inesattezze all’Inps.

    All’estratto conto contributivo si può accedere direttamente on line dal sito istituzionale www.inps.it, attraverso il seguente percorso: Servizi online>Servizi per il cittadino > Inserimento codice identificativo PIN > Fascicolo Previdenziale del Cittadino(dal menu a sinistra)> Posizione Assicurativa > Estratto Conto.

    All’interno del servizio di estratto conto Inps, l’utente trova i propri contributi suddivisi in base alle gestioni alle quali è iscritto. Ad esempio, i contributi degli iscritti all’Assicurazione generale obbligatoria (AGO) sono contenuti nell’Estratto conto previdenziale mentre quelli degli iscritti alla Gestione separata sono riepilogati nell’Estratto conto Parasubordinati.

    Per ricevere l’estratto conto contributivo è possibile anche rivolgersi al numero 803164 gratuito da rete fissa o al numero 06164164 da rete mobile a pagamento, secondo la tariffa del proprio gestore telefonico o rivolgersi a un Patronato, a un Centro di assistenza fiscale o ad altro professionista abilitato.

    Ma cosa contiene l’estratto conto contributivo? In esso sono riportati, oltre ovviamente ai dati anagrafici dell’interessato, anche le tabelle con i dati relativi ai versamenti previdenziali. In particolare:
    Periodo di riferimento; Tipologia di contribuzione (lavoro dipendente, artigiano, commerciante, servizio militare ecc.); Contributi utili (espressi in giorni, settimane o mesi), sia per il raggiungimento del diritto sia per il calcolo della pensione; Retribuzione o Reddito; Azienda (datori di lavoro); Eventuali Note (riportate alla fine dell’estratto).

    Nel caso in cui vengano riscontrate delle anomalie è possibile inoltrare una segnalazione utilizzando la procedura messa a disposizione ancora una volta sul sito dell’Inps.

    381

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EconomiaINPSPensioniContributi INPS
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI