Avolatte, avocado con caffè e latte: è la nuova bevanda di tendenza

La nuova bevanda impazza sui social dei Millennials, ma chi l'ha provata ammette di aver provato disgusto. Eppure i bar cominciano a proporla spesso

da , il

    Avolatte, avocado con caffè e latte: è la nuova bevanda di tendenza

    La nuova bevanda di tendenza è l’avolatte, ossia il latte e caffè servito nella buccia di avocado. Sui social, si moltiplicano le foto che arrivano ora da un bar, ora da un caffè, di questa nuova specialità. In Turchia, ma pure in Australia, si serve questa bevanda. C’è chi sostiene, effettivamente, che più che una bevanda di tendenza, sia la tendenza di Instagram: ossia che le foto dell’avolatte piacciano di più dell’avolatte vero e proprio. Arte, non gastronomia, insomma.

    C’è chi dice addirittura che prima di assaggiare il latte macchiato e l’avocado insieme vuole morire. Chi aggiunge che bisogna smetterla con questa campagna social per preservare la salute dell’essere umano. Chi non ha parole, chi si chiede se il prossimo passo sarà servire i cocktail in bucce di banana o chissà che altro. Del resto, se pensiamo che un domani potremmo mangiare anche in Occidente cavallette e insetti, perché disprezzare così tanto l’avolatte?

    Pare che la moda sia partita da Melbourne, dal ‘Truman cafè’. Un barista annoiato ha deciso di creare qualcosa che forse è anche bello da vedere, per l’accostamento di colori, ma poco buono per chi l’ha già assaggiato. “Probabilmente il barista in questione è un sapientone, ex community manager. O una persona consapevole del fatto che le parole chiave ‘avocado’ e ‘latte’ sono molto popolari tra i Millennials su Instagram”. Pubblicità, insomma. Seo, più che sfizio gastronomico.

    Talvolta le strategie di marketing seguono strade tortuose per arrivare al cuore (o al palato) dei clienti. A giudicare dalle reazioni di chi l’ha provato, l’avolatte non è destinato però ad avere molto successo. Con il tempo, infatti, l’ammirazione per questa forma d’arte lascerà spazio alla voglia di bersi un normale latte e caffè, magari con un cornetto bagnato dentro. Meno fotogenico, ma nutriente e soprattutto gustoso. A meno che non si decida di fotografarlo solo, il cibo. Cosa che in parte sta già accadendo.