Justin Trudeau: da Ivanka Trump a Matteo Renzi quanti sguardi languidi

Ma il primo ministro canadese ama solo la moglie Sophie

da , il

    Justin Trudeau: da Ivanka Trump a Matteo Renzi quanti sguardi languidi

    Si parlava di libero scambio tra Usa e Canada, di immigrazione e Nafta, eppure per i fotografi a un certo punto c’erano solo quegli sguardi languidi che Ivanka Trump rivolgeva a Justin Trudeau. La figlia del presidente degli Stati Uniti che si mangiava con gli occhi il primo ministro canadese. Per la gioia di giornali e siti di gossip. La realtà è che la bella figliola del magnate, quella che «se non fosse mia figlia…», non è stata l’unica a rimanere folgorata dal fascino di Trudeau.

    LaPresse

    Alcune foto mostrano come il primo ministro non lasci indifferente le vip che incontra. E nemmeno i vip uomini, se è per questo. Si fa per scherzare, ovviamente, ma non perdetevi gli sguardi di Bono degli U2 e dell’italico ex premier Matteo Renzi.

    LaPresse
    LaPresse

    Per non parlare del principe William e (soprattutto) di sua moglie Kate Middleton.

    LaPresse

    Sarà che è giovane (43 anni), che è social, ed è a capo del governo da molti definito come il «più liberal del mondo», ma Trudeau piace. Sarà che si è opposto con fermezza al bando anti-musulmani di Trump, spalancando le porte del Canada ai rifugiati. O che, semplicemente, ha un fisico da atleta.

    LaPresse

    Il primo ministro ispira simpatia anche per il curriculum. Prima di entrare in politica è stato insegnante di matematica in un liceo di Vancouver, poi insegnante di recitazione, capo di una fondazione sulla sicurezza nello sport di montagna, buttafuori e istruttore di snowboard. «Ha dei gran bei capelli ma non è pronto per questo lavoro», ironizzavano i suoi rivali conservatori, prima delle elezioni. Invece è stato eletto e ha conquistando i canadesi, puntando tutto su diritti e lavoro. Il bel primo ministro, comunque, ha occhi solo per la moglie. Sophie Grégoire, 40 anni, popolare giornalista televisiva e donna di personalità.

    LaPresse

    Ma attenzione alle nonnette…

    LaPresse