Bello Figo trolla Alessandra Mussolini in tv: lo scontro è su profughi e immigrati

Il provocatorio rapper ghanese faccia a faccia con l'europarlamentare contraria ai migranti

da , il

    Bello Figo trolla Alessandra Mussolini in tv: lo scontro è su profughi e immigrati

    Bello Figo e Alessandra Mussolini sono stati i protagonisti di un ‘approfondimento’ nello studio della trasmissione Dalla Vostra Parte, condotta da Maurizio Belpietro, dove il noto rapper ghanese e l’europarlamentare italiana hanno scambiato i propri punti di vista a proposito dei profughi migranti che transitano anche da noi e che cercano un futuro lontano dalle criticità dei loro Paesi.

    “Vattene via, voi state qui e invece i nostri italiani sono in mezzo alla strada”, ha urlato Alessandra Mussolini davanti alle telecamere di Rete 4, scagliandosi contro il rapper ventiquattrenne diventato popolare su Youtube per le canzoni in cui descrive la condizione degli immigrati in Italia. Infatti l’ultimo successo di Bello Figo, il brano dal titolo Non Pago Affitto, parla di un tema scottante prendendosi gioco delle polemiche sull’immigrazione e sui suoi costi in termini di welfare.

    “Io canto cose che esistono se poi è una provocazione è la verità. Tramite le canzoni cerco di difendermi, sono delle provocazioni a chi non la pensa come me”, ha spiegato il rapper, “Nessuno la pensa come lei”, ha ribattuto la Mussolini, “Uno che fa così è da prendere a calci perché è una provocazione ai cittadini italiani”. “Jatevenne (andatevene, ndr), gliela canto io una canzone: a lui e a tutti quelli come lui”, ribadisce Mussolini dopo averlo invitato più volte a ”tagliarsi i capelli”.

    Bello Figo aveva già lanciato una canzone a favore del Sì al referendum, in sostanza prendendosi gioco di tutti i luoghi comuni della politica con il suo tipico tono provocatorio: “Vogliamo votà PD perché ci mette in albergo a quattro stelle, non la Lega Nordo”. Del suo rapper trash ne avevamo parlato qui.