La polizia arresta il pusher e avverte i clienti su Fb: ”Non chiamatelo, è con noi”

La polizia arresta il pusher e avverte i clienti su Fb: ”Non chiamatelo, è con noi”

L'insolito post degli agenti condiviso sul social network

da in Curiosità, Facebook, News Curiosità, Storie pazzesche
Ultimo aggiornamento:
    La polizia arresta il pusher e avverte i clienti su Fb: ”Non chiamatelo, è con noi”

    Alcuni agenti della polizia di Alliance, una cittadina dell’Ohio, negli Stati Uniti, hanno lanciato una sorta di appello su Facebook per avvertire i clienti di uno spacciatore che il pusher in questione era da poco stato arrestato, e che quindi non valeva la pena di aspettarlo per eventuali consegne. Sul messaggio della polizia sul noto social network si legge: ”Non chiamatelo più, è con noi e ha pure finito tutto il carico di droga”…

    Dopo aver sequestrato il telefono dello spacciatore arrestato, la polizia di Alliance ha cominciato a leggere tutti i messaggi che continuavano ad arrivare, decidendo in seguito di scrivere un post su Facebook per avvertire i clienti del pusher.

    Nel post si legge: ”Per favore, smettete di contattare Steve Notman. Gli agenti della squadra antidroga lo hanno arrestato di nuovo con l’accusa di vendere metanfetamine. Stiamo monitorando, con il suo permesso, il cellulare e siamo sommersi da chiamate e messaggi in cui chiedete droga.

    Prima di tutto, ha finito tutta la scorta che aveva con sé. Poi, non avete bisogno di chiamare, perché a tempo debito arriveremo anche a voi. Ah, e la sua suoneria è orribile. Grazie mille per la vostra pazienza”.

    281

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuriositàFacebookNews CuriositàStorie pazzesche

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI