Ricercato non gradisce la foto segnaletica e manda un selfie alla polizia: arrestato

Ricercato non gradisce la foto segnaletica e manda un selfie alla polizia: arrestato

La provocazione gli si è ritorta contro

    Ricercato non gradisce la foto segnaletica e manda un selfie alla polizia: arrestato

    Quella foto segnaletica diffusa la polizia non era di suo gradimento, quindi un ricercato 45enne dell’Ohio ha deciso di inviare un selfie agli agenti con un’immagine – secondo lui – migliore, in cui appare con gli occhiali da sole alla guida di un veicolo. “Ecco una foto migliore, l’altra è terribile, sembro un thundercat o… James Brown“, ha scritto postando la foto sulla pagina Facebook della polizia della contea di Escambia, in Florida, negli Stati Uniti. La provocazione si è però ritorta contro al ricercato, che, proprio grazie alla condivisione della sua foto sul noto social network, è stato riconosciuto ed arrestato.

    L’uomo, ricercato per guida in stato d’ebbrezza e perché coinvolto in diversi casi di atti vandalici e incendi, è poi stato identificato in Donald Pugh, detto “Chip”, e lo sceriffo della contea ha risposto sempre via Facebook all’ex fuggiasco: “Forse il selfie ha aiutato la gente a identificarti meglio“, e ha lanciato l’hashtag: #‎thanksfortheselfie‬, grazie per il selfie.

    214

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI