Cose strane e bizzarre che solo i ricchi possono permettersi

Solo per chi ha tanti, tanti soldi

da , il

    Abbiamo già visto le esperienze da nababbi che la gente comune non riuscirà mai a permettersi, ma in questa occasione ci occupiamo delle cose strane e bizzarre, talvolta ridicole, adatte quasi solamente a chi ha davvero tanti soldi da spendere. Il mondo è pieno di gente strana che con un assegno in mano è capace di comprare di tutto. Un esempio? Basta sfogliare le pagine seguenti!

    L’esca d’oro

    L’esca per pescare più costosa del mondo è fatta d’oro e pietre preziose, ed è stata messa in commercio da MacDaddy. E’ composta da più di 3 chili di oro a 14 carati e platino, e il guscio esterno è di diamanti e rubini. Per un totale di un milione di dollari

    Il profumo d’oro

    La Golden Delicious Million Dollar Fragrance Bottle di DKNY è una boccetta di profumo (da un milione di dollari) d’oro bianco e giallo a 14 carati, tempestata di pietre e materiali preziosi provenienti da tutto il mondo: tormalina brasiliana da 1,65 carati, zaffiro dello Sri Lanka da 7,18 carati, 15 diamanti rosa australiani da 1,28 carati, 4 diamanti da 0,32 carati, un rubino da 3,7 carati e un diamante rosa da 4,03 carati, sono solo alcune delle pietre che compongono lo skyline di New York.

    La bicicletta d’oro

    Gli artigiani di Goldgenie, un’azienda specializzata nella personalizzazione di prodotti di lusso, hanno rivestito di oro 24 carati tutta la struttura della bicicletta, dalla punta del manubrio ai cerchi delle ruote, compresi gli ingranaggi e le maglie della catena. La sella è in pelle scamosciata San Marco in edizione limitata, ma l’azienda offre diverse finiture – anche esotiche – anche per il manubrio. Monta pneumatici da corsa SR4 e si acquista a 390mila dollari.

    Lo zaino d’oro

    Il Billionaire Boys Club ha realizzato un Gold Rucksack, uno zaino d’oro del valore complessivo di 1650 dollari.

    La statuina del Cavaliere dello Zodiaco

    La statuina dell’armatura del Sagittario dei Cavaliere dello Zodiaco è di oro massiccio. E’ alta circa 15 cm, pesa circa 2 Kg ed ha un valore stimato di circa 60 milioni di Yen (circa 460.000 euro). Questa opera è stata realizzata su richiesta della stessa Bandai per celebrare il 10° anniversario della serie delle Myth dedicate ai Saint Seya.

    La golf car Hovercraft

    Il BW1 Hovercraft Golf Cart è un veicolo eccezionale. Non solo permette ai giocatori di golf di muoversi agevolmente tra le collinette del campo, ma assicura anche l’emozione di poter passare sugli specchi d’acqua come i piccoli laghetti. Il prezzo? 58mila dollari chiavi in mano.

    Monopoli d’oro

    Ai miliardari a cui piace giocare a Monopoli farà piacere sapere che c’è una versione in oro a 18 carati e gioielli incastonati realizzata da un orafo di San Francisco, Sidney Mobell, che già nel 1988 valeva oltre due milioni di dollari.

    L’iPhone d’oro

    In questa carrellata di oggetti di lusso costosissimi non poteva mancare l’iPhone d’oro 24 carati tempestato di Swarovski. L’iPhone 6 ‘Brilliance Elite’ si vende ancora a 4.692,21 dollari, per l’esattezza.

    Mouse da pc con pietre preziose

    Il mouse più lussuoso è decorato strass austriaci e cristalli Swarowski. Il prezzo? Solo 34mila dollari.

    L’XBox d’oro

    L’Xbox One realizzata in oro a 24 carati costa circa 7.000 Euro. La console è identica alle sorellastre di plastica che costano poche centinaia di euro, ma nei famosi magazzini Harrods di Londra anche questa versione deluxe è andata lo stesso ”a ruba”.

    La pietra di Marte

    Nel 2003 Un pezzo di roccia che è caduto sulla Terra da Marte è stato venduto per 450.000 dollari in un’asta online. Ci sono oltre 60.000 esemplari di meteoriti conosciuti dagli scienziati, ma solo 132 vengono da Marte, ed è questo il motivo per cui le rocce marziane non sono un acquisto a buon mercato. LEGGI QUI ALTRE 35 CURIOSITA’ SUL PIANETA ROSSO

    La lettera di Einstein scritta in italiano

    Caro signor collega …”, così inizia la breve lettera scritta in italiano nel 1925 da Albert Einstein e battuta a 75 mila dollari all’asta della casa d’aste RR Auction di Boston. Il genio della relatività l’aveva spedita a Giovanni Giorgi, fisico docente della Sapienza a Roma. L’ha comprata un anonimo online dopo 15 rilanci e una base di partenza di 55 mila dollari. La missiva porta la data del 12 luglio 1925, nelle poche righe di testo Einstein, che aveva allora 46 anni, concorda con il collega italiano nelle critiche a un esperimento fatto da altri per cercare di dimostrare l’esistenza dell’etere.