Foto di fantasmi da far venire i brividi

Foto di fantasmi da far venire i brividi
da in Curiosità, Foto incredibili, Foto scattate al momento giusto, Fotografia, Mistero
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 05/10/2016 17:43

    Cosa accade al nostro spirito dopo la morte? Guardando queste foto di fantasmi non possiamo non pensare che si tratta davvero di una domanda alla quale l’essere umano non è in grado di rispondere con certezza. Mentre molte persone si rifiutano di credere a fenomeni soprannaturali, la tecnologia ci ha permesso di acquisire diverse prove dell’esistenza degli spiriti e dei fantasmi sulla Terra. Il mistero rimane, voi ci credete?>>>

    Denise Russell ha scattato nel 1997 questa foto della nonna, una vecchietta novantenne ma arzilla. Aveva deciso di trascorrere una giornata in famiglia e durante un picnic Denise volle riprendere la sua amata nonna in questa immagine. Poco dopo la nonna morì. Nessuno, per tre anni, ha notato nella foto l’uomo in piedi dietro di lei. In seguito, quando finalmente i familiari se ne accorsero, lo riconobbero per essere nientemeno che il nonno di Denise, che era morto dal 1984. Vecchie foto in bianco e nero di suo nonno confermarono in seguito i loro sospetti.

    Un fantasma è stato individuato in una foto scattata ad agosto 2015 da un escursionista, in un bosco di un parco vicino Goomburra, nel Queensland, in Australia. La fotografia giudicata da tanti ”inquietante”, è stata postata sulla pagina Facebook di ‘Toowoomba Ghost Chasers’ scatenando tanti commenti degli utenti del social, anche perché pare che la zona sia nota per i suicidi. Il ‘fantasma’ sembra essere un uomo con la barba che indossa un maglione rosso. L’autore della foto, Brock Calcutt, ha riferito di avere avuto una strana e forte sensazione di angoscia e di essersi sentito osservato, ma, come riportato anche dal Mirror, non si è accorto della ‘presenza’, ma l’ha vista solo dopo aver guardato la foto.

    Guardate in questa foto, c’è un fantasma! Lo vedete? L’immagine è stata scattata con uno smartphone da Andrew Milburn, che era di turno a lavoro, in una corsia del reparto pediatrico dell’ospedale Leeds General Infirmary. Il giovane poi ha spedito la foto alla ragazza per farle capire dove si trovava, e solo successivamente si è reso conto dell’immagine del fantasma. Dall’ingrandimento sembra proprio che ci sia uno spettro che si aggira nel corridoio, in procinto di passare attraverso il muro per andare a fare un giro tra i letti dei bambini malati! Il web si è diviso tra chi pensa che l’immagine sia vera, e chi invece sostiene che potrebbe essere stata creata con un’app tipo Fantasma Capture, che consente agli utenti di aggiungere fantasmi nelle foto.

    Nel 1946 la signora Andrews fece questa foto della lapide della figlia deceduta nel Queensland, in Australia. Sua figlia aveva solo 17 anni quando morì l’anno precedente. Quando fece sviluppare la pellicola, la signora Andrews fu scioccata nel vedere l’immagine di una bimba che guardava direttamente nell’obiettivo della sua macchina fotografica. Quello che sappiamo è che non c’erano stati bambini nel cimitero in quel giorno, e la signora Andrews specificò subito che la bambina-fantasma non aveva l’aspetto di sua figlia quando era piccola. Anni dopo, il ricercatore del paranormale Tony Healy esaminò il caso e trovò le tombe di due bambine molto vicino alla tomba della figlia di Mrs Andrews.

    Nel 1966 il sacerdote in pensione, Reverendo Ralph Hardy, visitò il Museo Nazionale di Greenwich, in Inghilterra. Mentre si trovava nella sezione del Museo dedicata alla casa della Regina, Hardy scattò una foto della bellissima scalinata. Dopo aver sviluppato il negativo, il reverendo fece una scoperta sconvolgente. Una delle sue foto mostrava una figura spettrale vicino al corrimano delle scale. La fotografia e i negativi sono stati esaminati da esperti, e tutti hanno concluso che il negativo non è stato manomesso e non si tratta di una doppia esposizione. C’è da dire che molti visitatori hanno testimoniato di avere sentito, nelle sale del Museo, strani passi, porte che sbattevano, e voci di bambini, oltre che ombre di corpi. Alcuni visitatori del museo hanno dichiarato di avere avuto anche la percezione di essere toccati da dita invisibili. Gli storici dicono che 300 anni fa una cameriera fu gettata dalla cima delle scale e morì, episodio che potrebbe spiegare gli avvistamenti.

    Nel 1959, Mabel Chinnery era in visita alla tomba di sua madre in un cimitero britannico, quando scattò una foto di suo marito, che l’aspettava solo in macchina. Dopo aver portato a sviluppare la pellicola, la signora Chinnery e il marito si sono resi conto che l’uomo non era rimasto proprio da solo, in auto, dopo tutto! L’immagine infatti mostrava una persona che indossa gli occhiali, seduta sul sedile posteriore. La signora Chinnery riconobbe subito la figura come sua madre, della quale aveva appena visitato la tomba. L’esperto di fotografia che ha esaminato la stampa ha stabilito che l’immagine della donna non era né un riflesso né frutto di una doppia esposizione, e ha dichiarato che l’immagine è autentica.

    Molte persone credono che l’Eastern State Penitentiary sia infestato. Già nel 1940, i funzionari e i detenuti hanno riferito visioni misteriose e inquietanti esperienze nell’antica prigione. E gli avvistamenti di fantasmi sono aumentati da quando l’edificio è stato abbandonato nel 1971. Recentemente una serie televisiva (Ghost Hunters) si è occupato dell’Eastern State Penitentiary di Philadelphia, e hanno spiegato di avere catturato alcune immagini video straordinarie: qualcosa corre verso la telecamera e poi d’improvviso si gira e va nella direzione opposta.

    I locali del negozio di giocattoli statunitense ‘R’ di Sunnyvale, California, è sede di uno spirito di nome John, che si vede appoggiato al muro nella foto. Questa immagine è stata scattata durante le riprese di uno show televisivo e ciò che risulta incredibile è che nessuno di coloro che si trovavano nella stanza al momento dello scatto ha visto l’uomo. Tutti si sono accorti della sua presenza in seguito, dopo aver visto la foto. Alcuni sensitivi hanno visitato il luogo e hanno recuperato informazioni su John. Lui era un predicatore e viveva in un ranch nel 1880, proprio dove in seguito fu edificato il negozio. A quanto pare morì per dissanguamento dopo essersi ferito mentre tagliava la legna. I dipendenti del negozio hanno affermato che John spesso fa degli scherzi: apre i rubinetti di acqua, getta le bambole dagli scaffali e sussurra nomi nelle loro orecchie.

    Questa è una delle più celebri immagini di fantasmi di tutti i tempi, ma fino ad oggi nessuno è stato in grado di confutare la sua autenticità. La foto è stata scattata nel 1936 dal capitano Provand e Indre Shira. I fotografi erano in visita al Raynham Hall di Norfolk, in Inghilterra, per scattare foto per la rivista Country Life, quando hanno catturato questa immagine. La ‘Brown Lady of Raynham Hall‘ è per tutti il fantasma di Lady Dorothy Walpole (1686–1726), la sorella di Robert Walpole, ricordato per essere stato Primo Ministro in Gran Bretagna.

    Inaugurato nel 1902, il Mount Washington Resort a Carroll, New Hampshire, è sede di diversi spiriti. Più in particolare, si dice che il fantasma di una principessa, che ha soggiornato in hotel durante ogni estate della sua vita, interagisca con gli ospiti abbastanza frequentemente. La principessa pare preferisca le comodità del suo letto, e il suo letto è rimasto nella stanza 314.

    Il fotografo Neil Sandbach stava facendo foto in giro in una fattoria in Hertfordshire, in Inghilterra, quando ha catturato questa immagine stupefacente. Quando Sandbach guardò la foto digitale, più tardi, non potè credere ai suoi occhi: era certo di non aver visto nessuno nella fattoria quel giorno. Ha poi chiesto ai proprietari dell’azienda agricola se avessero mai avuto esperienze soprannaturali lì (non ha detto loro della foto), e i proprietari hanno confermato di aver visto lo spettro di un ragazzo in camicia da notte bianca molte volte.

    Una notte in Oklahoma ci sono stati tre incidenti stradali mortali che hanno ucciso diverse persone. I veicoli distrutti sono stati portati in una rimessa locale, e gli impiegati hanno testimoniato qualcosa di incredibile che hanno visto grazie alle immagini registrate dalle loro telecamere di sorveglianza: una figura bianca si muove tra le auto distrutte. I familiari di una delle vittime degli incidenti sono certi che la figura è un loro caro, che in qualche modo voleva comunicare loro un messaggio.

    1954

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI