Monaco buddhista mummificato trovato in Mongolia: è ancora in meditazione

Monaco buddhista mummificato trovato in Mongolia: è ancora in meditazione
da in Asia, Buddismo, Cina, Curiosità, Gente strana
Ultimo aggiornamento:
    Monaco buddhista mummificato trovato in Mongolia: è ancora in meditazione

    In Mongolia è stata ritrovata una mummia di un monaco buddhista seduto nella posizione del loto e ricoperto con una pelle animale. Gli esperti affermano che il monaco potrebbe essere in ‘tukdam‘, un tipo di profonda meditazione che permette di arrivare in uno stato tra la vita e la morte.

    Il soggetto mummificato con le gambe incrociate è stato ritrovato nel distretto di Songino Khairkhan, a nord ovest di Ulan Bator.

    E’ stato prelevato un campione della mummia per fare delle analisi in merito alla presunta età del monaco, e ad altri dettagli come la conservazione del corpo.

    Gankhüügiin Pürevbat, fondatore del Mongolian Institute of Buddhist Art all’Università buddista di Ulan Bator, ha spiegato al Siberian Times che il monaco è seduto nella posizione del loto, ha la mano sinistra aperta, e la destra nell’atto della predicazione delle dottrine del Sutra. ‘Ciò significa che il lama non era morto, ma era in profonda meditazione secondo l’antica tradizione dei lama buddhisti‘.

    Barry Kerzin, monaco devoto al Dalai Lama, non si stupisce della circostanza, e spiega: ‘Se una persona riesce a rimanere in questo stato per più di tre settimane il suo corpo gradualmente si restringe e alla fine della persona rimane soltanto i suoi capelli, le unghie e i vestiti“.

    La pratica del Sokushinbutsu ad ogni modo è particolarmente cara dai membri della Shingon che è una Scuola esoterica del Buddismo.

    Gli adepti credono che il vero cammino verso l’illuminazione è trasformare se stessi in una mummia vivente attraverso il processo noto come Sokushinbutsu.

    Tale modus di trasformazione del proprio corpo fu praticata soprattutto nel nord del Giappone dall’inizio dell’undicesimo secolo, fino alla fine del diciannovesimo secolo. La Scuola Shingon è allo stato odierno, uno dei pochi rami esoterici del Buddismo che pratica questo particolare rituale che si basa sugli insegnamenti tantrici portati dalla Cina dal monaco Kukai,al secolo Kōbō Daishi.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AsiaBuddismoCinaCuriositàGente strana

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI