NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Incidenti mortali (e non) con armi da fuoco: 10 casi

Incidenti mortali (e non) con armi da fuoco: 10 casi
da in Curiosità, Incidenti

    Dopo aver letto queste storie di incidenti mortali - e non – avvenuti con armi da fuoco, potreste essere portati a pensare che maneggiare fucili, doppiette e pistole non dovrebbe essere concesso a tutti. Le armi sono oggetti che per loro natura sono concepiti per fare male, e spesso, come ci capita di leggere nelle pagine di cronaca, a restare ferite (talvolta anche a morte) sono le stesse persone che premono il grilletto. Qui di seguito abbiamo raccolto dieci storie di persone che sono state state protagoniste di incidenti con armi da fuoco. Basta un clic per sfogliare le pagine.

    Era fuori servizio il poliziotto che accidentalmente si è sparato in un ascensore nel gennaio 2015. Darryl Jouett di Erlanger, Kentucky si trovava in un ascensore a Cincinnati, Ohio. Il filmato recuperato dalla videosorveglianza mostra Jouett che parla con una donna (poi identificata come sua moglie) e si trova in ascensore mentre si mette ad armeggiare con una pistola, fatta uscire dalla tasca. Ad un certo punto spara accidentalmente e si colpisce l’addome. Jouett è stato portato in ospedale con ferite non mortali.

    L’ex battitore Jose Canseco si è sparato al dito medio mentre stava effettuando la pulizia la sua pistola. Era l’ottobre 2014 quando Canseco, come raccontato dall’ex fiamma Leila Cavaliere, era seduto a un tavolo nella loro casa e si era messo a pulire la pistola ma a quanto pare non aveva controllato che era carica e senza sicura. Il proiettile che è partito ha strappato la parte inferiore del dito e medici hanno detto che non recupererà mai il pieno uso dell’arma.

    Nel 2013, un uomo della Florida è stato colpito dal suo cane. Gregory Dale Lanier, 35enne di Frostproof, in Florida, stava guidando il suo pick up quando il suo cane ha cominciato a giocare con la sua 9 millimetri, che era sul pavimento dell’abitacolo. Lanier si rese presto conto che la pistola era carica quando ha ‘sentito un boom, ha visto il fumo e sentito un bruciore alla gamba’. La polizia ha stabilito che la sparatoria è stata accidentale.

    Connersville: il capo della polizia dell’Indiana David Counceller si è colpito accidentalmente non solo una, ma ben due volte. Nel 1999, si è sparato nella mano, mentre effettuava la pulizia della sua arma di servizio. Nel 2014, ha subito un’altra ferita auto-inflitta: la felpa che indossava si è inceppata nel grilletto della sua Glock calibro 40 mentre tentava di riporre l’arma nella fondina. Lo sceriffo di Fayette County stava esaminando una nuova Glock in un negozio di armi.

    Era il mese di gennaio 2015. Il 21enne Donnello Knowles aveva intenzione di fare una rapina a mano armata. Quello in cui è riuscito, però, è stato spararsi alla gamba. Knowles aveva raggiunto una stazione di servizio di Stockton, California. Armato con il fucile, si è fatto strada all’interno del locale ma mentre ordinava a tutti i presenti di consegnare denaro e gioielli, e non riuscendo ad aprire un registratore di cassa, si è involontariamente sparato alla gamba. L’uomo ha cercato riparo fuggendo a casa di un amico, ma è stato rintracciato e assicurato alla giustizia.

    Voleva spaventare la sua ex ragazza e il suo nuovo fidanzato, e così un adolescente di Fresno, California si è sparato per sbaglio. L’adolescente avrebbe tirato fuori un fucile calibro 22, dopo aver notato l’auto della sua ex-fidanzata parcheggiata nelle vicinanze. Poi ha sparato circa 6 colpi in aria prima che l’arma si inceppasse. Mentre cercava di nascondere il fucile, ha accidentalmente sparato colpendo la sua gamba. E’ stato curato per le ferite e destinato al giudizio del tribunale minorile con l’accusa di mettere in pericolo i suoi concittadini.

    Un uomo si è sparato accidentalmente con una pistola, ma non era proprio in un tentativo di suicidio, quello del 23enne Jack Hugh Reid. Invece l’uomo, membro di una gang, stava giocando con la pistola fatta a mano da lui stesso, quando si è sparato un proiettile calibro 12 in faccia. L’uomo è poi stato curato in ospedale ma si è beccato una denuncia per possesso di 3 grammi di metanfetamina e d’arma illegale.

    Se avete una pistola carica in mano dovreste evitare di cedere alla voglia di farvi un Selfie. Potreste fare la fine di Oscar Otero Aguilar, morto a 21 anni perchè non ha resistito all’autoscatto. Aguilar si era appena puntato la pistola alla tempia per un selfie da brivido, quando è partito un colpo che lo ha freddato sul colpo, rendendo inutile anche la corsa in ospedale.

    Nel gennaio del 2014, Richard Coles, 36 anni, stava guidando verso Orlando, in Florida, quando ha erroneamente sparato alla sua gamba. A far partire il colpo è stata la rabbia. Un altro guidatore gli aveva fatto dei gesti, lampeggiando,e mostrando la sua pistola, in una sorta di alterco stradale. Per proteggersi, a sua volta anche Coles brandì la sua pistola, ma per sbaglio si colpì la gamba. Portato in ospedale, si è poi ripreso dato che le ferite non erano gravi.

    Era novembre 2013. Un cacciatore di 77 anni è morto dopo essere stato centrato da un colpo di fucile partito dalla sua arma da fuoco in seguito a una caduta accidentale. L’incidente mortale avvenneo poco dopo le 13 nelle campagne di Cerveteri, vicino a Roma, dove l’anziano era andato da solo a caccia.

    1383

    PIÙ POPOLARI