‘Palermo, mafia e povertà’: bufera su Ryanair, cancellate le offese sul sito

da , il

    ‘Palermo, mafia e povertà’: bufera su Ryanair, cancellate le offese sul sito

    Ryanair non è nuova a polemiche quando si tratta di campagne pubblicitarie, ma stavolta la bufera si è scatenata sulla compagnia aerea low cost perchè ha reclamizzato con parole discutibili la città di Palermo, facendo intendere che la povertà e la mafia dominano, o hanno dominato la vita degli abitanti di questa città della Sicilia. Dopo le polemiche fortissime, dal sito è sparita la didascalia offensiva.

    Mentre prima, il messaggio ai turisti che vogliono sapere maggiori informazioni circa la destinazione siciliana, recitava ‘Palermo è un tesoro dimenticato. Dopo molti anni di dominio della mafia e di povertà, la città reclama nuovamente un posto fra le città culturali europee. Palermo è piena di luoghi turistici e di monumenti, dalle chiese barocche ai moderni ristoranti siciliani‘, ora la scritta è stata cancellata e sostituita.

    Il nuovo messaggio recita: ‘Prenota il tuo volo Ryanair per Palermo e scopri la magia della Sicilia! Palermo è una città inebriante, vivace ed energetica. Se sei alla ricerca di tranquillità, dopo qualche giorno trascorso nella frenesia del Capoluogo di Regione potrai sempre esplorare la costa Nord dell’isola. Le montagne, le spiagge, i piccoli paesini che regalano viste mozzafiato, sono uno spettacolo da non perdere. Quindi cosa stai aspettando? Prenota ora il tuo biglietto per Palermo e corri alla scoperta della Sicilia!

    Il precedente: Bari città di mafia

    E non è la prima volta che Ryanair si mette nei guai per ragioni del tutto simili. Tempo fa infatti, era il 2012, ci fu un precedente, ma quella volta in mezzo fu presa la Puglia e non la Sicilia. I passeggeri di un volo testimoniarono che la hostess, nel suo messaggio di accoglienza al pubblico, disse in inglese: ‘Benvenuti a bordo di questo volo Ryanair da Parigi Beauvais a Bari, la città della mafia e di San Nicola‘. Il messaggio in Italiano non accennava a nulla di questo, era stato semplice e cortese. Giunta a Bari, una ragazza che all’epoca si era molto offesa per quanto udito a bordo dell’aereo ha scritto una lettera di reclamo direttamente a Ryanair: ‘Mi sento terribilmente offesa da questo modo ridicolo con cui trattate i vostri passeggeri, paganti. Bari si trova in Puglia, che ha sostenuto Ryanair con soldi pubblici, affinché un paio di anni fa stabilisse qui un hub‘. La giovane barese ha avuto una sorta di risposta da parte del boss della compagnia irlandese, Stephen McNamara: ‘Ryanair non condivide tali presunte osservazioni e affronterá la questione con la persona coinvolta. Ryanair si scusa per qualsiasi offesa causata‘.

    La lotta ai pregiudizi, continua.