Peggiori fidanzati del mondo: 8 storie veramente brutte

Peggiori fidanzati del mondo: 8 storie veramente brutte
da in Curiosità, Stupri

    Chi sono i peggiori fidanzati al mondo? Difficile stilare una classifica dei fidanzati peggiori che si possano incontrare durante tutta una vita. Il vecchio proverbio ‘è meglio essere soli che male accompagnati‘, racchiude una grande verità. Qui abbiamo raccolto otto episodi accaduti veramente, brutti episodi a dire il vero, che hanno coinvolto delle coppie, e nelle quali il fidanzato si è comportato male, molto male, fino a ad arrivare a commettere qualche crimine.

    Jebidiah James Stipe ha usato Craigslist per organizzare uno stupro della sua ex ragazza. Nel 2009 si è finto lei sul web, e ha postato un annuncio in cui si diceva alla ricerca di un uomo che la prendesse con la forza. In pratica l’uomo aveva finto di essere la fidanzata, aveva postato le sue foto e si era messo d’accordo con un uomo Ty Oliver McDowell, che voleva mttere in pratica la sua fantasia sessuale aggressiva nei confronti delle donne. In chat, Jebidiah James Stipe scrisse a Ty Oliver McDowell (che pensava che il suo inetrlocutore fosse la donna) di volere un incontro a base di ‘umiliazione, abuso fisico e abuso sessuale‘. McDowell è stato arrestato in primo grado con l’accusa di violenza sessuale, sequestro di persona aggravato e furto aggravato. Stipe è stato arrestato in primo grado con l’accusa di cospirazione finalizzata a violenza sessuale.

    David Simmons, un uomo di Murfreesboro, ha preso alcune fotografie hot della sua ex fidanzata nelle quali appaiono insieme mentre fanno l’amore e, a sua insaputa, le ha inviate ai parenti della donna, come cartoline di Natale. Alcuni membri della famiglia hanno aperto le buste e letto le ‘cartoline augurali’ mentre altre sono state intercettate dalla donna prima che fossero aperte. L’uomo è stato arrestato e condannato a due anni di libertà vigilata per atti di vandalismo e per aver distribuito le immagini sessualmente esplicite della ex fidanzata.

    Michael Vinson ha aggredito e derubato la sua fidanzata incinta per comprarsi una birra. La donna gi aveva chesto di essere portata in ospedale perchè temeva che fosse arrivato il momento di partorire. Lui, invece di accompagnarla le diede due pugni in testa, minacciandola di ucciderla agitandole un coltello davanti al viso. Infine la donna è riuscita a chiamare il 911 ed è stata accompagnata in ospedale, dove è stata curata per le ferite causate da Vinson.

    Jacoby Smith era fidanzato con una ragazza tetraplegica, Tiesha Bell, che ha riempito di botte, in una occasione, perchè era passata davanti a lui sulla sedia a rotelle e gli aveva impedito di vedere la televisione per qualche secondo. L’ha colpita in faccia almeno 10 volte. Smith non ha mai negato l’attacco, e anzi si è affrettato a sottolineare che lo ha fatto per legittima difesa. C’è da sottolineare che Tiesha Bell aveva entrambe le mani e le gambe amputate a causa di una malattia infantile.

    Duane Lang è l’uomo che nel 2008 ha falsificato dei test sull’HIV per potersi portare a letto la ragazza, e fare con lei sesso non protetto. L’uomo del Queens ha spacciato per vero un documento dell’AIDS Center of Queens County in Rego Park dicendo che aveva ottenuto risultati negativi. In realtà l’uomo era sieropositivo. Lang è stato arrestato e accusato di comportamento irresponsabile e falso. Si rischia fino a sette anni di carcere se condannato.

    Graydon Smith ha fatto firmare alla sua fidanzata incinta uno speciale contratto che gli avrebbe permesso di picchiarla a suo piacimento quando ne avrebbe avuto voglia. Il ‘contratto degi abusi permessi’ recava solo una eccezione per la diciannovenne in stato interessante, ovvero il fidanzato violento prometteva di evitare di colpire il pancione. La polizia lo ha arrestato dopo la chiamata del suocero, che aveva visto l’aggressore con le mani al collo di sua figlia, nella loro casa a Seattle, Washington.

    Edtition Thompson, di Buffalo, non solo ha finto la sua morte, ma ha messo incinta la figlia undicenne della sua ragazza, violentandola. La polizia lo ha arrestato e successivamente ha simulato pure un tentativo di attacco di cuore e il suicidio.

    Nel Galles del Sud, una notte, il fidanzato di Jennifer ha piazzato cartelloni su una strada trafficata, per comunicare alla sua bella i suoi sentimenti. I primi messaggi erano romantici: ‘Jennifer, mi vuoi sposare?‘ Per poi continuare con: ‘Sto scherzando‘ e ‘sto rompendo con te‘. Nell’ultimo cartello si leggeva: ‘Hai sei giorni di tempo per andartene‘. In seguito, due ragazzi hanno ammesso che era solo uno scherzo.

    1142

    PIÙ POPOLARI