L’azienda informatica che dice no alla carta, anche in bagno

da , il

    L’azienda informatica che dice no alla carta, anche in bagno

    All’interno degli uffici di una nota azienda informatica la carta è stata bandita. Non c’è traccia di questo materiale, nemmeno in bagno. Spariti i fogli, i documenti, i quaderni, i block notes, i bigliettini da visita. Di conseguenza sono diventati inutili i fascicoli, i raccoglitori, le cartelle, gli scaffali… E in bagno? Semplice, si usa l’acqua.

    Se vuoi leggere un giornale lo fai su Internet; i tovaglioli per la pausa-pranzo sono solo di stoffa. I fornitori che si rifiutano di emettere fatture digitali sono scartati; la posta cartacea è regolarmente rispedita al mittente.

    La carta è diventata fuori legge negli uffici di Decos.

    E anche nei suoi bagni.

    Nei gabinetti aziendali è stato installato il sistema lava-asciuga AquaClean: un getto d’acqua calda sostituisce la pulizia cartacea dei didietro impiegatizi, prima che un soffio d’aria – sempre calda – li asciughi accuratamente. Certo, qualche toilette nasconde ancora i vecchi rotoli. ‘L’altro giorno un cliente è arrivato portandosi il suo rotolo di carta igienica in borsa‘, ha rivelato il direttore, Paul Vege. ‘Giusto per sicurezza, ma non era necessario‘, aggiunge.

    Per quanto riguarda il risparmio di carta, Decos evita di usarne circa una tonnellata ogni dodici mesi. Il che equivale a salvare sedici alberi all’anno.

    LEGGI ANCHE–>COME E’ USATO IL BAGNO DAI DIPENDENTI?