Gente che ha salvato il mondo (letteralmente)

Gente che ha salvato il mondo (letteralmente)
da in Buone notizie, Curiosità, Guerre nel mondo, Scienza, Storie pazzesche
Ultimo aggiornamento: Martedì 15/03/2016 18:32

    Persone che hanno salvato il mondo

    Esistono persone che hanno fatto cose straordinarie, gente che ha salvato il mondo letteralmente, grazie alle decisioni prese in alcuni momenti delicati e difficili, che hanno fatto la differenza tra la vita e la morte di una gran parte dell’umanità. Decisioni che a ben pensare si sono rivelate poi essere storiche! Nella nostra rassegna di persone che hanno salvato il mondo sono presenti anche quelle persone che hanno fatto scoperte sensazionali nel mondo della medicina e dell’ambiente. Scoprite i nomi e le loro incredibili storie >>>

    Edward Jenner è stato un medico e naturalista britannico, noto per l’introduzione del vaccino contro il vaiolo e considerato il padre dell’immunizzazione.

    Lo scienziato statunitense Jonas Salk nacque nel 1914 ed è entrato nei libri di storia per essere stato il medico che scoprì il vaccino contro la poliomielite. La scoperta, nel suo laboartorio, avvenì nel 1956.

    Norman Borlaug, vincitore del Premio Nobel per la pace nel 1970, definito il padre della Rivoluzione verde, el 1986 fondò il World Food Prize, riconoscimento diretto alle personalità impegnate nella lotta contro la fame nel mondo. Il lavoro dell’agronomo e ambientalista statunitense si rivolse soprattutto al campo della selezione geentica in campo alimentare.

    Stanislav Evgrafovič Petrov è un militare sovietico, tenente colonnello dell’Armata Rossa durante la Guerra Fredda. È noto per aver identificato un falso allarme missilistico sventando lo scoppio di un conflitto nucleare.

    Il militare sovietico Vasili Alexandrovich Arkhipov, durante la crisi dei missili di Cuba, nel 1962, come comandante in seconda del sottomarino sovietico B-59 della classe Foxtrot, si oppose al lancio di un siluro nucleare malgrado il suo sottomarino fosse stato bombardato dalla marina militare statunitense, ed evitò così una probabile escalation verso lo scoppio del conflitto atomico fra USA e URSS.

    Oggi James Blunt è un musicista di successo, ma nel 1999 era ufficiale corazzato nella guerra in Kosovo. In un’intervista dello stesso Blunt alla BBC, andata in onda nel novembre 2010, raccontò di quando contravvenendo a un ordine del generale Wesley Clarka, si rifiutò di sopraffare un contingente di 200 soldati russi che bloccavano una pista d’atterraggio. A tal proposito, il cantante ha dichiarato di aver sventato una potenziale Terza Guerra Mondiale.

    Henrietta Lacks morì nel 1951 a causa di un tumore all’utero, ma proprio le sue cellule malate, prelevate in una biopsia, sono ora conosciute con il nome HeLa. Tali cellule hanno caratteristiche che le rendono speciali: riproducono un’intera generazione in sole 24 ore, e per questo sono dette naturalmente ‘immortalizzate’. Sono il frutto di una mutazione genetica e non invecchiano mai.

    761

    PIÙ POPOLARI