Darwin Awards 2014: in attesa dei vincitori, ecco i candidati

Un motto della kermesse che premia i 'Suicidi accidentali per menti poco evolute': il mondo è pieno di ladri di ossigeno.

da , il

    Darwin Awards è il nome di un premio speciale assegnato a coloro che hanno contribuito a migliorare il patrimonio genetico dell’umanità facendosi fuori, o perdendo la propria capacità riproduttiva, nelle maniere più assurde. Con il premio intitolato al teorico dell’evoluzionismo Charles Darwin, si vuole celebrare chi è morto in modo stupido o facendo delle azioni assolutamente senza senso. L’iter di assegnazione dei premi è supervisionato dalla creatrice del progetto, Wendy Northcutt, alias Darwin. Da notare che se se una storia si rivela falsa, viene squalificata e posta tra le leggende urbane. In attesa dei vincitori, vediamo tutte le nomination, ovvero i candidati in lizza per l’edizione del Darwin Awards 2014, in una ideale classifica delle morti più assurde o bizzare del 2014.

    Gennaio 2014, California, Usa – La scogliera

    L’Oceano Pacifico è davvero vasto, e molto amato da chi pratica surf sulle spiagge della costa. Ma le scogliere rocciose della Monterey Bay possono essere molto pericolose per i Surfers. Nonostante i ripetuti avvisi di un aprobabile superonda di tredici metri, il giovane Zenk ha continuato con la sua tavola a cercare la grande onda. Che è arrivata e lo ha schiantato contro la roccia.

    Febbraio 2014, Regno Unito – La Volkswagen Cabriolet

    Scott McKimmie aveva una Volkswagen Cabriolet che l’ha ucciso. Fuori dal pub Phoenix a Corby, il 39enne accese la sua Cabriolet come al solito, unendo due fili nel cofano per creare una scintilla di accensione. Purtroppo Scott non ricordava che non aveva messo il freno a mano. L’auto si accese, lo investì, e dato che c’era il blocco allo sterzo, il veicolo ha proseguito – come il coniglietto delle batterie – ad andare e venire sul corpo dell’uomo.

    Marzo 2014, Rotterdam, Paesi Bassi – La sfida

    In questo caso ci troviamo di fronte a un doppio premio. Due uomini apparentemente ubriachi si sono sfidati reciprocamente a una prova del loro coraggio, contro un treno intercity, in una stazione ferroviaria di Rotterdam. Uno si è messo sui binari, l’altro di fianco. Il treno che è passato a 130 km/h li ha uccisi entrambi all’istante.

    24 aprile 2014, Kenya – Il Selfie

    Doppio Darwin Award: due uomini in Kenya stavano scattando selfie con un elefante selvaggio quando sono stati calpestati a morte dal pachiderma irato che ha proceduto pure a seppellire i cadaveri con una zampata. I due uomini avevano effettivamente toccato il viso dell’elefante, mentre scattavano le foto.

    Maggio 2014, Inghilterra – L’anello

    Anche i vigili del fuoco hanno provato a rimuovere un anello di titanio indossato da un uomo che aveva provato un nuovo gioco erotico. L’anello si era incastrato e aveva provocato già una necrosi all’estremità. Normalmente la procedura per rimuovere un anello richiede pochi minuti, ma il titanio è un metallo duro, e l’uomo, per essere salvato, è stato evirato.

    Maggio 2014, Arizona, USA – Il furto di rame

    I resti mummificati di un uomo sono stati trovati durante i lavori di manutanzione a un tombino elettrico a Tucson. Secondo i registri tenuti dal Tucson Electric Power, il tombino non era stato aperto negli ultimi cinque anni, quindi l’uomo accasciato vicino ai fili di rame, che stava per rubare, è rimasto folgorato forse due anni prima della scoperta del cadavere.

    Maggio 2014, Georgia, USA – Il carrello

    Il diciottenne Chance Werner aveva recentemente preso il diploma di scuola superiore si trovava presso Lake Allatoona a festeggiare con gli amici. Lake Allatoona è un grande serbatoio d’acqua creato dallo sbarramento del fiume Etowah. Il litorale è fiancheggiatao da case vacanze e campeggi, oltre a due yacht club e un club di vela. Insieme agli amici si sono messi a giocare buttandosi in acqua con un carrello della spesa. D’un tratto Chance inspiegabilmente ha deciso di legare il carrello alla sua cintura. E’ stato trascinato in acqua ed è annegato. Diverse ore dopo il suo corpo è stato recuperato.

    Giugno 2014, Londra, Inghilterra – La Petite Mort

    Altro doppio premio per la morte in coppia di due aspiranti vincitori. La Petite Mort, coma la chiamano i francesi, è la protagonista di questa vicenda. Una coppia hot, duranate una notte calda d’estate, ha pensato bene di fare l’amore su un balcone del sesto piano di un edificio. ‘L’ultima cosa che mi aspettavo era di vederli cadere cinque piani’, ha detto un testimone che ha raccontato come il ragazzo a un certo punto ha messo la ragazza sulla ringhiera e sono caduti giù.

    Giugno 2014, Costa Rica – La pistola

    Una piantagione di banane è stata la cornice per una rapina a Limón. Sul tetto della fattoria si è sentito un trambusto. C’era un malvivente. Ne è seguito uno scontro a fuoco con le guardie della security. Appena il polverone si è diradato, il fattore Villegas, 30 anni, si poteva distinguere in terra chiaramente. Ma a ucciderlo non sono stati i colpi dei due contendenti, ma la sua stessa arma ‘fatta in casa’ che gli è stata ritrovata in mano.

    Luglio 2014, Polonia – Il pozzo

    Nella piccola cittadina di Karczowka (160 abitanti), la tragedia ha colpito sette persone accidentalmente annegate in un pozzo nero, uno dopo l’altro. Il primo a morire è stato il manutentore che doveva svuotare il serbatoio. I fumi altamente tossici del solfuro di idrogeno gli hanno fatto perdere conoscenza, ed è caduto nel pozzo annegando. Dopo lui altre sei persone sono accorse in soccorso delle altre, ma tutti hanno fatto la stessa fine. Una ottavo persona è sopravvissuta, grazie all’assistenza degli operatori del soccorso.

    Settembre 2014, Pakistan – La Resurrezione Per cinque anni gli abitanti dei villaggi a Mubarakabad hanno creduto ai miracoli di un Sufi molto noto in zona. Così ha voluto dare prova di essere in grado di effettuare una vera resurrezione. Così il Sufi ordinò l’uccisione di un volontario, tale Muhammad Niaz si offì di essere ucciso per poi farsi risorgere. Il giorno seguente all’esecuzione, il troppo ottimista Sufi era dietro le sbarre per omicidio.

    Settembre 2014, India – La tigre

    Ha voluto a tutti i costi accarezzare una tigre all’interno di uno zoo a Dehli, in India, e si è ritrovato faccia a faccia con un altro felino che l’ha sbranato senza tanti complimenti. L’uomo è stato ammonito due volte per aver scavalcato la recinzione che delimita a zona dei grandi felini, e la terza scavalcata è stata fatale a Maqsood. La tigre bianca, dopo aver giocato col cadavere dell’uomo per alcune ore, lo ha poi lasciato in una grotta dove è stato recuperato.