Come sarà l’uomo nel futuro? Il ritratto di un essere umano tra 100mila anni

Come sarà l’uomo nel futuro? Il ritratto di un essere umano tra 100mila anni
da in Curiosità, Scienza
Ultimo aggiornamento:
    Come sarà l’uomo nel futuro? Il ritratto di un essere umano tra 100mila anni

    Come sarà l’uomo nel futuro? I ricercatori Nickolay Lamm e Alan Kwan hanno ipotizzato l’evoluzione dell’uomo tra 100 mila anni. Hanno quindi ricostruito le parti del viso di un uomo e di una donna e ne hanno mostrato i cambiamenti spiegandone i motivi. Gli esseri umani che abiteranno il nostro pianeta tra 100mila anni si dovranno adattare a condizioni atmosferiche per noi nemmeno immaginabili. Come ci trasformeremo?

    Il lavoro ottenuto è frutto dell’abilità grafica e delle conoscenze genetiche dei due ricercatori.

    Il nostro viso ricorderà quello di un alieno e non si esclude che i nostri posteri saranno dotati di lenti di comunicazione e device miniaturizzati impiantati sopra l’orecchio, per potenziare alcune abilità specifiche e necessarie.

    (OGGI)

    I nostri volti umani sono quindi destinati a mutare, nel tempo. In pratica l’essere umano sembrerà quasi un cartone animato, dovendosi adattare a situazioni più estreme sia per quanto riguarda la vita sulla Terra che nello Spazio. Saremo dotati di una fronte ampia e di una testa sempre più grossa perchè dovrà contenere un cervello sempre più grande.

    (FRA 20MILA ANNI)

    La pelle sarà colorata perché dovremo proteggerci dai raggi extra-atmosferici, le palpebre saranno molto spesse, a causa della gravità che andrà scemando.

    Infine le narici diventeranno più larghe, adatte sempre a consentirci di vivere in ambienti extraterrestri, dove la respirazione potrebbe essere più difficoltosa.

    (FRA 60MILA ANNI)

    La natura provvede alla selezionare della specie, e questo continua ad accadere ininterrottamente, attraverso un processo di adattamento in continuo divenire. E proprio a questo percorso infinito di adattamento e cambiamento hanno pensato Lamm e Kwan ipotizzando i volti dei nostri discendenti. Infine, con l’eugenetica avanzata, l’uomo sarà libero di controllare il proprio genoma, decidendo la faccia più gradita per i propri figli.

    (FRA 100MILA ANNI)

    LEGGI ANCHE–>COME FINIRA’ IL MONDO SECONDO GLI SCIENZIATI

    483

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuriositàScienza
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI