IG Nobel 2013, i premi per le ricerce scientifiche più assurde dell’anno

da , il

    IG Nobel 2013, i premi per le ricerce scientifiche più assurde dell’anno

    E’ diventato un appuntamento speciale molto atteso, quello della consegna degli IG Nobel, i premi speciali per le ricerche scientifiche più stupide o assurde che dir si voglia. Come ogni gala che si rispetti, la cerimonia di premiazione si tiene in una prestigiosa location, il Sanders Theatre di Harvard, ed inoltre la cerimonia finale è stata, come di consueto, trasmessa in diretta.

    Si tratta di un appuntamento attesissimo a livello internazionale, ormai considerato importante quasi al pari degli originali Premi Nobel. Qui, tutti i vincitori del 2014.

    La 23esima edizione degli IG Nobel del 2013, organizzata dal magazine Annals of Improbable Research, svoltasi alla presenza de cinque veri premi Nobel: Dudley Herschbach (chimica nel 1986), Roy Glauber (fisica nel 2005), Eric Maskin (economia nel 2007), Sheldon Glashow (fisica nel 1979), e Frank Wilczek (fisica nel 2004), la comunità scientifica ha dato di nuovo prova del suo senso dell’umorismo.

    La cerimonia è stata seguita con enorme interesse dal pubblico in sala, a casa e sul web.

    I biglietti per il Sanders Theater di solito si esauriscono alcuni mesi prima dell’evento, questo perchè è un appuntamento davvero molto amato a livello internazionale.

    Ecco tutti i nomi dei vincitori dell’Ig Nobel 2013 divisi per categoria.

    Archeologia

    Brian Crandall e Peter Stahl hanno ricevuto il premio in Archeologia per aver bollito un toporagno, averlo ingoiato intero, ovvero senza masticare e aver poi accuratamente esaminato i loro escrementi durante i giorni successivi, in modo da capire quali ossa si sciolgono sotto l’azione del sistema digerente umano. Il team ha dimostrato così che il nostro apparato digerente è in grado di sciogliere anche alcune ossa animali.

    Biologia e Astronomia

    Il premio è stato assegnato a un’equipe internazionale guidata dalla svedese Marie Dacke per aver dimostrato che gli scarabei stercorari sono soliti orientantarsi seguendo la Via Lattea. Secondo quanto racconta il Guardian, inizialmente gli scienziati credevano che fosse la Luna a guidare gli insetti. “Una notte senza Luna, tuttavia“, ha spiegato Warrant “abbiamo notato che gli scarabei erano capaci lo stesso di orientarsi in linea retta. All’inizio credevamo di dover cestinare i risultati degli esperimenti condotti fino ad allora; poi, alzati gli occhi al cielo, abbiamo visto la brillante cintura della Via Lattea e abbiamo capito di aver solo sbagliato riferimento“.

    Chimica

    Premiata un’equipe nippo-tedesca capitanata da Shinsuke Imai per aver dimostrato che tutti i meccanismi che si attivano, e che ci fanno piangere, quando tagliamo le cipolle sono molto più complessi di quelli finora conosciuti.

    Fisica

    L’Italia ha tenuto alta la sua bandiera con la ricerca di Alberto Minetti, Professore di Fisiologia Umana presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Milano, che ha dimostrato come, in condizioni di gravità lunare (un sesto di quella terrestre) l’uomo potrebbe camminare sull’acqua per qualche secondo, come fanno i basilischi. Qui, gli altri vincitori italiani di tutte le edizioni.

    Ingegneria della sicurezza

    Premio postumo a Gustano Pizzo (USA), per aver ideato un sistema elettromeccanico per intrappolare i dirottatori aerei e catapultarli fuori dagli aerei (dopo averli opportunamente “impacchettati”), ovvero paracadutarli a terra dove atterrerebbero direttamente tra gli agenti della polizia precedentemente avvertiti.

    Medicina

    Masanori Niimi, della Teikyo University di Tokyo, e ai colleghi, hanno ricevuto il premio per aver fornito le prove scientifiche del fatto che i topi che hanno subito un trapianto di cuore riescano a sopravvivere più a lungo se ascoltano musica lirica dopo l’operazione. Invece dei sette giorni canonici, se durante la convalescenza ascoltano la Traviata riescono a sopravvivere 27 giorni. Se ascoltano Enya, solo 11.

    Pace

    Il riconoscimento è andato al presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, che è riuscito a rendere illegale applaudire in pubblico. Riconoscimento dato anche alla Polizia del suo paese, per aver arrestato un uomo invalido, ovvero con un braccio solo, per avere, appunto, applaudito.

    Probabilità

    L’ambito premio è stato asssegnato a un gruppo di etologi di Gran Bretagna e Olanda per due scoperte correlate. Bert Tolkamp, Marie Haskell, Fritha Langford, David Roberts e Colin Morgan hanno avuto il riconoscimento per aver dimostrato che le mucche che giacciono sdraiate più a lungo avranno maggiori probabilità di alzarsi a breve. Inoltre: una volta che una mucca si è alzata, è difficile prevedere quando si sdraierà di nuovo.

    Psicologia

    A Laurent Bègue e Brad Bushman, Oulmann Zerhouni, Baptiste Subra e Medhi Oura è stato assegnato il premio per aver dato la conferma scientifica che le persone ubriache sono fermamente convinte di essere particolarmente attraenti.

    Sanità pubblica

    Il team di medici asiatici composto da Kasian Bhanganada, Tu Chayavatana, Chumporn Pongnumkul, Anunt Tonmukayakul, Piyasakol Sakolsatayadorn, Krit Komaratal, e Henry Wild,è stato premiato per la tecnica medica descritta nel loro rapporto Gestione chirurgica di un’epidemia di amputazioni del pene in Siam, tecnica che però non raccomandano nel caso in cui il pene amputato sia stato parzialmente mangiato da un’anatra.