NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Fare soldi in modo alternativo. Loro ce l’hanno fatta

Fare soldi in modo alternativo. Loro ce l’hanno fatta
da in Curiosità, Internet, Videogiochi, World Wide Web, YouTube
Ultimo aggiornamento: Martedì 17/11/2015 09:31

    E’ così difficile riuscire a fare soldi online in modo alternativo? Fare soldi su internet è il sogno di molti, ma non tutti hanno le caratteristiche per sfondare nel mondo virtuale. Le storie che abbiamo raccolto dimostrano che c’è gente che ce l’ha fatta, che è riuscita a fare soldi subito in maniera creativa. Se anche voi volete guadagnare soldi facili, non vi resta che prendere spunto dalle esperienze riportate di seguito.

    Quando la creatività si sposa con l’ingegno: Matt Farley ha scritto 14.000 canzoni su argomenti cliccatissimi sul web e ha pubblicato ben 500 album su iTunes e Spotify, guadagnando 23 mila dollari. Il cantautore geniale tratta argomenti che appaiono nei trend topics in Rete, come i VIP, i film appena usciti, o parole molto cercate. Ad esempio, ha scritto una canzone chiamata ‘The poop song’, e visto che l’argomento a qualcuno potrebbe fare schifo, eviterò di parlarne ulteriormente per ovvi motivi…

    Il nome del ragazzo in questa foto è Joseph Garrett, ma per milioni di quattordicenni è Stampylonghead. Lui è diventato un fenomeno del web grazie alla sua bravura ai videogame. Compare sulla lista dei personaggi di YouTube con il suo canale Stampylongnose. Come è riuscito Mr. Stampy Cat a fare soldi su YouTube? Giocando a Minecraft, e prendendo, durante la partita, una registrazione integrale delle sue prodezze, aggiungendo un allegro commento con il suo forte accento britannico. In poco tempo, visto che è un asso a giocare, i suoi video hanno guadagnato milioni di visite e milioni di dollari dagli annunci inseriti prima dell’inizio del video. Lui ha solo 23 anni e ha già lasciato il suo lavoro fisso per dedicarsi solo al web.

    Park Seo-yeon viene dalla Corea del Sud ed anche lei è riuscita a fare soldi con i video di YouTube. Lei soddisfa le voglie dei suoi concittadini Gastro-Voyeur, amanti del Food Porn. L’ultima moda bizzarra che si sviluppata in Corea del Sud, è infatti quella di guardare qualcuno che mangia online. Il fenomeno (‘muk-bang‘ in coreano) ha prodotto migliaia di canali online live-stream dove persone si riprendono mentre mangiano enormi porzioni di cibo. Essendo in diretta, la gente che guarda e la gente che mangia chiacchierano tra loro. La regina di questo particolare fenomeno è ‘La Diva‘, altro nome con cui è conosciuta la trentatreenne Park. Ogni sera verso le 8, diverse migliaia di spettatori si sintonizzano per guardare The Diva mangiare cumuli e cumuli di cibo. Per Park, mangiare online non è solo un hobby ‘di nicchia’, ma una significativa fonte di reddito. Riesce a guadagnare una media di 9.300 dollari al mese con le sue trasmissioni, un terzo dei quali se ne va solo per acquistare il cibo che viene messo in scena.

    Debra Yerga ha venduto i suoi capelli online per 4.000 dollari. Ha visitato il sito Hairwork, che sostiene di essere il primo sito statunitense per la vendita di capelli su internet, dopo avere controllato molti siti web in precedenza (molti nascondevano delle truffe). Infine ha messo un annuncio sul sito. Ha pubblicizzato i suoi capelli “senza permanente o decolorazione, lavati due volte a settimana con asciugatura senza phon e spazzola, e senza prodotti per lo styling“. Dopo alcune risposte è entrata in contatto con un uomo australiano che ha offerto 4.000 dollari per le sue ciocche. I capelli sono stati ‘testati’ e il taglio è stato documentato con foto e video, a garanzia del compratore. Debra Yerga è stata entusiasta della sua decisione: “Mi ci vorranno almeno 30 minuti in meno per lavare i capelli, adesso!” ha detto. Ora spera di far crescere nuovamente i capelli per poterli rivendere in circa quattro anni. “Donerò una parte per la ricerca sul cancro” ha concluso.

    Per pagare i debiti c’è chi è arrivato ad affittare la sua faccia come spazio per la pubblicità. Ross Harper and Ed Moyse sono i due ragazzotti inglesi che vedete qui in alto, i quali hanno provato a liberarsi dei loro debiti con una trovata geniale. Hanno creato il sito BuyMyFace nell’ottobre 2011, e si sono messi a disposizione del pubblico, vendendo la pubblicità disegnandola direttamente sulla loro pelle, per circa un anno intero. Il sito ora non è più funzionante, e i giovani si sono spostati verso altre idee imprenditoriali, ma hanno riferito di aver guadagnato 50.000 dollari da quella esperienza (il loro debito era di 80.000).

    Ecco un altro affare del momento per fare soldi su internet in modo facile: la vendita di mutandine usate. Sì, ognuno ha i suoi personali desideri, e a quanto pare ci sono persone che bramano toccare e annusare l’odore degli indumenti intimi delle signore. Per soddisfare questo bisogno è stato creato il sito sellpantiesformoney, all’interno del quale ogni donna intraprendente può mettere le sue mutande sporche in vendita. Volete un esempio del giro di affari che si può ottenere? Prendete l’utente di nome Mia, ha realizzato 33 mila dollari vendendo le sue mutandine dopo averle indossate quache ora.

    Indossare una T-shirt nuova ogni giorno per guadagnare soldi? E’ possibile, seguendo l’esempio di I Wear Your Shirt, una società Usa del settore pubblicitario fondata da Jason Sadler, che gli ha permesso di poter contare su un’entrata di circa 500.000 dollari all’anno. Tutto grazie alla pubblicità. Sadler concepì l’idea di utilizzare le magliette per pubblicizzare le imprese in maniera del tutto nuova. In pratica lui si fa affittare per un giorno, e indossa una maglia ornata con il logo dell’impresa che lo ha pagato. Lui si scatta foto e si filma, per poi caricare immagini e video su piattaforme online (Ustream e YouTube). Ha iniziato a indossare magliette dal 1° gennaio 2009. Nel 2010 aveva raddoppiato i prezzi. Ora ha ampliato la sua quadra di impiegati.

    Nel 2008, un trentenne imprenditore di nome Mike Merrill ha deciso di vendere se stesso sul mercato aperto. Ha diviso la sua anima in 100 mila parti e ha impostato un valore iniziale di un dollaro per azione. Il suo esperimento si chiama Community Through Capitalism. Come in una buona società che si rispetti, gli azionisti possono decidere sulla sua vita. Certo, tutto questo può andare bene per una società, ma per un essere umano reale può essere molto difficile. Willow, la fidanzata di Mike, che era anche un’importante azionista, ha mollato tutto a un certo punto e ha rotto pure con lui. Le Azioni KMikeyM sono ancora disponibili (attualmente il prezzo è di circa 5 dollari) sul suo sito online.

    1470

    PIÙ POPOLARI