Curiosità sui film: 11 storie che non sapevate sul cinema di Hollywood

Curiosità sui film: 11 storie che non sapevate sul cinema di Hollywood
da in Cinema, Cinema USA, Curiosità, Hollywood
Ultimo aggiornamento:

    Il sito Factslides ci guida alla scoperta di 11 imprevedibili curiosità sui film di Hollywood: aneddoti, segreti e cose che nessuno sa e che, senza quel grande scrigno della conoscenza che è internet, probabilmente nessuno avrebbe mai saputo. Dul budget monstre di Titanic a Bruce Lee rallentato, ecco 11 curiosità sul cinema americano (e non solo) che non avreste mai immaginato.

    Sapevate che oltre il 90% dei film realizzati negli Stati Uniti d’America prima del 1929, per lo più muti, sono andati perduti? La maggior parte di essi per colpa dell’estrema infiammabilità delle pellicole dell’epoca, che ha causato numerosi incendi negli archivi delle case di produzione (per esempio, un incendio nel 1937 distrusse tutti i negativi originali della Fox). Inoltre numerose pellicole si sono deteriorate rapidamente poiché non conservate a temperatura e umidità controllate, e altrettante sono state distrutte intenzionalmente subito dopo l’avvento del sonoro perché si credeva che da quel momento in poi i film muti avrebbero avuto poco valore commerciale e che quindi non valeva la pena conservarli.

    Forse non ci avete mai fatto caso ma nel celebre film Il Padrino di Francis Ford Coppola, con Marlon Brando, Al Pacino e tanti altri, la parola ‘mafia’ non viene mai pronunciata, neanche mezza volta, nonostante sia una pellicola incentrata proprio su di essa! La leggenda vuole che sia stata la vera mafia a chiedere di non essere mai menzionata. Probabilmente pretendeva il pagamento del copyright…

    Un tempo i trailer cinematografici per la promozione di un nuovo film venivano trasmessi dopo la proiezione di una pellicola nelle sale e non prima, come succede oggi. Non è infatti un caso che il termine trailer derivi da una parola inglese che letteralmente si traduce con ‘rimorchio’, proprio perché venivano proiettati alla fine del film. Tale pratica però non è durata a lungo, dato che gli spettatori tendevano ad abbandonare la sala subito dopo il termine del film senza guardare i trailer, ma il nome è rimasto.

    L’horror del 2007 Paranormal Activity, girato nello stile di un falso documentario, vanta uno degli ‘spread’ maggiori in termini di resa economica nella storia del cinema americano: costato meno di 15.000 dollari, ne ha incassati oltre 193 milioni. Non male, vero?

    Titanic, il film di James Cameron del ’97, è costato una cifra molto alta, circa 200 milioni di dollari, addirittura più di quelli che servirono per la costruzione del vero transatlantico nel 1912: 7,5 milioni, equivalenti a 180 milioni di dollari dei giorni nostri. Ma a differenza dell’originale che fece splash nell’oceano, la pellicola si è rivelata un eccellente investimento incassando dieci volte la spesa.

    La leggenda delle arti marziali, l’attore americano di origini cinesi Bruce Lee, era così veloce nell’effettuare le sue mosse di kung fu che i registi dei suoi film furono costretti a rallentare le scene dei suoi combattimenti per permettere agli spettatori di seguirne i movimenti.

    Conoscete il cinema nigeriano? No? Beh male, perché si tratta di un’azienda molto florida e prolifica (conosciuta anche col termine Nollywood) che recentemente, come numero di produzione di film, ha sorpassato anche quella statunitense, collocandosi al secondo posto dopo l’India per numero di produzioni cinematografiche mondiali.

    Tra le immagini classiche del cinema c’è senza dubbio anche quella dello spettatore che guarda un film sgranocchiando il popcorn nel vasetto. Non è però un’usanza così economica, visto che recenti indagini hanno svelato che nelle sale cinematografiche statunitensi una porzione dei celebri chicchi di mais scoppiati è arrivata a costare circa 5,50 dollari, addirittura più di un’oncia di filetto mignon.

    Ricordate il personaggio di Apollo Creed, il pugile tanto forte quanto spaccone, rivale di Rocky Balboa nei primi due film della saga pugilistica con Sylvester Stallone? Ebbene, lo stesso Sly ha dichiarato che la figura Apollo è chiaramente ispirata al mitico Muhammad Alì, con cui condivideva più o meno le stesse caratteristiche (lo stile di combattimento, il colore della pelle, l’estrema spavalderia sia sul ring che fuori).

    Il magnifico Pulp Fiction di Quentin Tarantino ha tanti pregi ma di certo non può essere considerata una pellicola da proiettare in un collegio di educande: tra le altre cose è stato infatti calcolato che durante il film la parolaccia inglese ‘fuck’ viene pronunciata addirittura 265 volte.

    In Cina il cinema lo prendono molto (forse troppo) seriamente e non ammettono che agli spettatori si raccontino fandonie: per questo i film che contengono improponibili ‘viaggi nel tempo’ (tipo Ritorno al Futuro) sono assolutamente vietati sia nelle sale che in TV.

    927

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaCinema USACuriositàHollywood Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/03/2016 09:56
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI