35 curiosità scientifiche che pochi conoscono

35 curiosità scientifiche che pochi conoscono
da in Animali, Animali domestici, Benessere, Curiosità, Medicina, Natura, Ricerca Scientifica, Scienza
Ultimo aggiornamento:

    Andiamo alla scoperta di alcune curiosità scientifiche che non tutti conoscono, ma che potranno aiutarvi – forse – a comprendere meglio sia voi stessi che il mondo che ci circonda. Col passare degli anni capita che alcune credenze tramandate di generazione in generazione vengano a cadere, rimpiazzate da nuove scoperte o studi più precisi. Ecco che in questa speciale antologia abbiamo raccolto trentacinque curiosità scientifiche che riguardano la natura, gli animali, le piante, l’uomo e le sue scoperte.

    Scoprite se quello che sapete corrisponde a realtà!

    IL GIORNO DI NASCITA
    Secondo diversi studi condotti da più università in giro per il mondo, pare che solo il 5% delle nascite avvenga nel giorno previsto.

    LE CELLULE DEL CERVELLO

    Gli esseri umani non nascono con tutte le cellule del cervello già formate. La formazione di cellule nervose, processo che conosciamo con il nome di neurogenesi, nei mammiferi, a differenza di altri animali, tipicamente avviene durante lo sviluppo ma, in misura limitata e in specifiche regioni come l’ippocampo, anche nell’adulto.

    GENI E PROTEINE
    Non è vero che un gene corrisponde a una proteina, molti geni codificano più proteine, mentre altri nemmeno una.

    LA LINGUA HA L’IMPRONTA
    Ogni essere umano ha, oltre alle impronte digitali, anche le impronte sopra la superficie della lingua, che sono uniche e identificative.

    QUANTO CERVELLO USIAMO DAVVERO?
    In genere usiamo più del 10% del cervello. Nonostante quello che si dice, ad essere impegnato è tutto il nostro materiale cerebrale, solo che vengono interessate diverse aree in diversi momenti.

    LA MEMORIA FOTOGRAFICA NON ESISTE

    Non c’è nessuno al mondo che può vantare di avere una vera e propria memoria fotografica. Anche se esistono persone con ricordi eccezionali, nessuno può riuscire a richiamare alla memoria un qualsiasi evento con sufficiente dettaglio per simulare una macchina fotografica.

    IL SORRISO
    Studi scientifici hanno dimostrato che negli esseri umani il sorriso è innato. Infatti il bimbo appena nato lo mostra fin dai primi giorni di vita anche se, inizialmente, non ha alcuna funzione comunicativa e non riflette necessariamente un’interazione emotiva con gli altri.

    UN PELO REGGE 70 GRAMMI
    Un singolo pelo presente sul torace di un uomo è in grado di reggere circa 70 grammi senza correre il rischio di strapparsi.

    I CAPELLI SONO MOLTO RESISTENTI

    Se volessimo, potremmo alzare una persona semplicemente prendendola per i capelli. Questo discorso non vale in caso di alopecia, ma bisogna sapere che all’incirca 120.000 capelli di una persona normale, tutti insieme, possono reggere fino a 6-7 tonnellate, senza staccarsi dal cuoio capelluto.

    I CAPELLI ROSSI NON SI ESTINGUERANNO
    Non è vero che i capelli rossi sono destinati all’estinzione. Il gene che determina il colore rosso dei capelli è di tipo recessivo, e può quindi essere trasmesso alle generazioni successive anche senza caratteristiche emergenti.

    IL COLORE DEL MUCO NASALE
    Il colore del muco che secerniamo dal naso non indica la presenza di una infezione batterica o virale.

    QUANTO TEMPO IMPIEGHIAMO PER LAVARE LE MANI?
    L’igiene personale è molto importante, e parte dalle mani. Recenti studi hanno dimostrato che per lavare le mani in modo corretto servono almeno 20 secondi.

    PREDA DELLA NOIA? LA COLPA E’ DELLA DOPAMINA
    La noia è provocata da carenza di dopamina. La dopamina è la molecola del piacere, del benessere, della gratificazione. Tale neurotrasmettitore agisce principalmente sul sistema nervoso simpatico, regolando i movimenti del corpo e l’umore. Una carenza di dopamina può farci sentire ‘giù di tono’, nei casi più importanti può quindi portare a noia e anche a depressione.

    LA VAGINA SINTETICA ESISTE

    Anthony Atala del centro americano Wake Forest Baptist Medical Center è riuscito a creare la vagina sintetica. L’organo è stato ottenuto a partire dalle cellule prelevate dai genitali esterni di una paziente. Le cellule sono state fatte crescere su una struttura biodegradabile a forma di vagina. Dopo l’impianto, a contatto con i tessuti, si sono formate le strutture nervose e i vasi sanguigni e il materiale biodegradabile è stato assorbito dal corpo.

    LA PRESSIONE DEL SANGUE
    Ogni singola goccia di sangue percorre il suo tragitto nel corpo umano in circa 20 secondi.

    LE UNGHIE NON CRESCONO DA MORTI
    Una volta passati a miglior vita, i nostri capelli e le unghie non crescono ulteriormete, come molti credono. In realtà è la pelle che si ritrae, perchè si perde l’idratazione dei tessuti.

    ORECCHIE E NASO CONTINUANO A CRESCERE
    Il naso e le orecchie di ogni essere umano continuano a cresceer per tutto l’arco della vita.

    GLI ANTIBIOTICI SONO NATI DA UN ERRORE
    Una svista aiutò Alexander Fleming nella scoperta della pennicillina. Infatti lo studioso non disinfettò in maniera adeguata un provino in cui stava effettuando una cultura batterica. Si sviluppò dunque una muffa che impediva la crescita dei batteri. Studiando tale contaminazione giunse a scoprire la penicillina, elemento alla base degli antibiotici.

    IL VIAGRA E’ STATO SCOPERTO PER CASO

    Anche la nota pillola blu, è stata scoperta per puro caso. La compressina messa sul mercato per aiutare gli uomini con problemi di disfunzione erettile, il famoso Viagra, in realtà era nato come un farmaco nato per contrastare l’ipertensione.

    I ricercatori della Pfizer fallirono l’obiettivo del progetto originario, ma notarono subito che il principio attivo aveva ‘prodigiosi’ effetti sull’erezione maschile.

    ANCHE LE PIANTE SI AMMALANO DI CANCRO
    Non tutti sanno che le piante sono sensibili alle malattie tanto quanto i mammiferi. E infatti pure le piante si ammalano di cancro. Nelle piante legnose, ad essere colpiti possono essere sia il tronco che i rami.

    LA MEMORIA DEI PESCI ROSSI
    Si dice che i pesci rossi siano dotati di una memoria molto breve, che dura solo trenta secondi (qualcuno dice anche solo tre secondi). Ma questo è del tutto falso, in realtà i pesci rossi associano stimoli e mantengono per diverso tempo memoria delle risposte apprese.

    ANCHE I RETTILI FANNO LE PUZZETTE
    Non sono solamente i mammiferi ad emettere gas. Lo fanno anche i rettili, in particolar modo i serpenti, e anche i pesci. Tra gli abitanti del mare, le aringhe primeggiano nell’arte del peto: sanno controllare la quantità di gas emessa, formando bolle flatulenti di diversa grandezza.

    IL BRONTOSAURO NON E’ MAI ESISTITO. ANZI SI’

    La comunità scientifica ha prima stabilito che il Brontosaurus esistesse. Poi c’ha ripensato e nel 1903 l’ha cancellato dai libri di tassonomia. Poi, dopo accuratissime analisi sui resti fossili, c’ha ri-ripensato e l’ha incluso nuovamente nella tassonomia, la disciplina che classifica gli esseri viventi.

    I LEMMINI NON SI SUICIDANO IN MASSA
    E’ una bufala che i lemmini commettano suicidio di massa durante le migrazioni. Il mito del suicidio di massa dei lemming sembra sia stato iniziato, in particolare, da un “documentario” del 1958 della Disney intitolato White Wilderness, in cui si vedono ilemming che sembrano buttarsi da un’alta scogliera. Tali scene sono state costruite ad arte in Manitoba.

    LO STRUZZO NON SI NASCONDE SOTTO LA TERRA
    Non è vero che lo struzzo nasconde la testa fra la sabbia se ha paura. Nessuno ha mai visto tale comportamento da parte di uno struzzo. Si tratta solo di un mito che deriva, forse dal fatto che quando questo animale abbassa la piccola testa tra il fogliame, per brucare l’erba, sembra nasconderla sotto terra.

    I PIPISTRELLI CI VEDONO BENISSIMO
    Non è vero che i pipistrelli sono ciechi, perchè ci vedono benissimo, anche se la maggior parte dei pipistrelli viventi utilizza l’ecolocazione (ultrasuoni) per orientarsi e catturare le prede.

    CANI E GATTI VEDONO A COLORI
    Un tempo si pensava che cani e gatti non percepissero i colori, e che costretti a guardare un mondo in bianco e nero. Non è vero, ma la loro scala cromatica si limita al verde e al blu.

    LA POLVERE COSMICA SU DI NOI

    Sulla Terra cadono, ogni anno, dalle trenta alle quaranta tonnellate di polvere cosmica. La polvere interstellare, le “stelle cadenti”, sono piccoli granuli del diametro inferiore al millimetro, che cadono attirati dalla gravità terrestre e, a causa dell’elevata velocità, bruciano nell’ingresso in atmosfera, e si disintegrano in una specie di pioggia sottile che scende poi lentamente a terra. Le stelle cadenti molto luminose vengono chiamate bolidi, meteoriti sono invece i frammenti più grossi che giungono fino a terra e nell’impatto scavano un cratere.

    PERCHE’ IL CIELO E’ BLU?
    Questo fenomeno cromatico è dovuto alla struttura chimica e fisica dell’atmosfera, cioè alla sua stratificazione. Dalla terra si vede il cielo azzurro a causa dei fenomeni di rifrazione. I raggi solari attraversano i diversi strati dell’atmosfera (che hanno densità diverse) cambiando il loro angolo di rifrazione. Il cielo, quindi, visto dallo spazio, senza atmosfera, in realtà è nero.

    Il DOPPIO FULMINE
    In caso di temporale, quando si scatenano tuoni e lampi, dobbiamo tenere a mente che ogni singolo fulmine può colpire due volte nello stesso punto.

    L’ACQUA NON E’ UN BUON CONDUTTORE
    L’acqua pura, distillata, non è un buon conduttore di elettricità. Il motivo per cui si rimane folgorati in acqua, quindi, è da ricercare nella presenza di altri elementi, come i minerali e altri residui.

    IL CHEWING-GUM E’ BIODEGRADABILE

    Una gomma da masticare, ovvero il chewing-gum, composto principalmente da gomma naturale – polimero organico insolubile in acqua – è biodegradabile in circa cinque anni.

    UN CHEWING GUM INGOIATO NON VIENE DIGERITO
    Il nostro metabolismo non è in grado di digerire la gomma da masticare, che quindi viene direttamente espulsa come materiale di scarto. Nel suo transito nell’intestino risulta del tutto innocua.

    COME E’ NATA LA PENNA A SFERA?
    La comunissima penna a sfera, la biro con cui prendiamo note sui taccuini, fu inventata dal giornalista ungherese Laszlo Biro, osservando alcuni ragazzi per strada che giocavano a bocce, fu colpito dalla striscia di sporco che le palle lasciavano sul terreno dopo essere passate da una pozzanghera di fango. L’intuizione che ne ebbe costituì il rivoluzionario meccanismo della penna a sfera, che ancora oggi porta il suo nome.

    LA MONETINA DALL’EMPIRE STATE BUILDING
    Essere colpiti da una moneta di un centesimo caduta dalla cima dellEmpire State Building non è letale. La moneta infatti non riesce a raggiungere abbastanza velocità per uccidere una persona, anche se sicuramente fa male.

    1942

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnimaliAnimali domesticiBenessereCuriositàMedicinaNaturaRicerca ScientificaScienza
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI