Vivian Maier, fotografa

1 di 26
    continua
    http://www.nanopress.it/cultura/foto/vivian-maier-fotografa_6693.html
    Vivian Maier, fotografa
    Vivian Maier, fotografa. Vivian Maier è una fotografa statunitense la cui opera è stata scoperta solo pochi anni fa. Bambinaia presso le famiglie benestanti di New York, Los Angeles e Chicago, la Maier trascorse oltre mezzo secolo ad immortalare, con il suo obiettivo, la vita per le strade di queste grandi città. Senza mai mostrare in pubblico il frutto del suo lungo ed appassionato lavoro, la Maier accumulò, nel corso degli anni, un archivio fotografico vastissimo che comprendeva, oltre a migliaia di negativi, anche una serie infinita di pellicole non sviluppate, filmati, provini ed appunti di vario genere che, abbandonati in un magazzino, furono successivamente messi all'asta e comprati, nel 2007, dal giornalista americano John Maloof. Fu proprio Maloof a scoprire, e a diffondere, l'enorme patrimonio artistico di Vivian Maier che, alternando al suo lavoro di 'tata' la passione per la macchina fotografica, ha immortalato le grandi città americane tra i primi anni Cinquanta e la fine degli anni Sessanta. Oggi, grazie all'immenso archivio scoperto da Maloof, Vivian Maier è considerata una delle grandi esponenti della fotografia del XX secolo.

    Vivian Maier, fotografa

    Vivian Maier è una fotografa statunitense la cui opera è stata scoperta solo pochi anni fa. Bambinaia presso le famiglie benestanti di New York, Los Angeles e Chicago, la Maier trascorse oltre mezzo secolo ad immortalare, con il suo obiettivo, la vita per le strade di queste grandi città. Senza mai mostrare in pubblico il frutto del suo lungo ed appassionato lavoro, la Maier accumulò, nel corso degli anni, un archivio fotografico vastissimo che comprendeva, oltre a migliaia di negativi, anche una serie infinita di pellicole non sviluppate, filmati, provini ed appunti di vario genere che, abbandonati in un magazzino, furono successivamente messi all'asta e comprati, nel 2007, dal giornalista americano John Maloof. Fu proprio Maloof a scoprire, e a diffondere, l'enorme patrimonio artistico di Vivian Maier che, alternando al suo lavoro di 'tata' la passione per la macchina fotografica, ha immortalato le grandi città americane tra i primi anni Cinquanta e la fine degli anni Sessanta. Oggi, grazie all'immenso archivio scoperto da Maloof, Vivian Maier è considerata una delle grandi esponenti della fotografia del XX secolo.

    New York, gennaio 1953

    New York, gennaio 1953

    New York, senza data

    New York, senza data

    Autoritratto, 1954

    Autoritratto, 1954

    Chicago, giugno 1956

    Chicago, giugno 1956

    Chicago, giugno 1956

    Chicago, giugno 1956

    Chicago, senza data

    Chicago, senza data

    New York, agosto 1975

    New York, agosto 1975

    New York, 1953

    New York, 1953

    New York, senza data

    New York, senza data

    New York, senza data

    New York, senza data

    New York, agosto 1975

    New York, agosto 1975

    Negativi di Vivian Maier

    Negativi di Vivian Maier

    New York, senza data

    New York, senza data

    Chicago, maggio 1957

    Chicago, maggio 1957

    New York, settembre 1953

    New York, settembre 1953

    New York, maggio 1953

    New York, maggio 1953

    New York, maggio 1954

    New York, maggio 1954

    Autoritratto a colori

    Autoritratto a colori

    Chicago, agosto 1956

    Chicago, agosto 1956

    Chicago, agosto 1960

    Chicago, agosto 1960

    Chicago, giugno 1963

    Chicago, giugno 1963

    New York, 1954

    New York, 1954

    Chicago, 1963

    Chicago, 1963

    New York, 1953

    New York, 1953

    New York, settembre 1955

    New York, settembre 1955

    Foto correlate