I personaggi oscuri della storia (Foto)

1 di 26
    continua
    http://www.nanopress.it/cultura/foto/i-personaggi-oscuri-della-storia_2335.html
    I personaggi oscuri della storia
    I personaggi oscuri della storia. Chi sono i personaggi oscuri della storia? Profeti, scienziati, illusionisti, fisici o medium, sono tante le personalità stravaganti che hanno fatto la storia del paranoramale. Con i loro straordinari 'poteri' hanno affascinato ed impressionato il pubblico per anni, entrando di diritto nell'immaginario collettivo di tutti noi. Ma le loro capacità erano reali? Ancora oggi non ci è dato a sapere: certo è che per tutta la loro vita hanno saputo mantenere viva l'attenzione grazie ad un solo segreto: impressionare. Nella gallery che segue, le immagini di alcuni tra i personaggi del mistero più famosi della storia, iniziando dal celeberrimo Nostradamus.

    I personaggi oscuri della storia

    Chi sono i personaggi oscuri della storia? Profeti, scienziati, illusionisti, fisici o medium, sono tante le personalità stravaganti che hanno fatto la storia del paranoramale. Con i loro straordinari 'poteri' hanno affascinato ed impressionato il pubblico per anni, entrando di diritto nell'immaginario collettivo di tutti noi. Ma le loro capacità erano reali? Ancora oggi non ci è dato a sapere: certo è che per tutta la loro vita hanno saputo mantenere viva l'attenzione grazie ad un solo segreto: impressionare. Nella gallery che segue, le immagini di alcuni tra i personaggi del mistero più famosi della storia, iniziando dal celeberrimo Nostradamus.

    Le Profezie di Nostradamus

    Le Profezie di Nostradamus

    Vissuto nella prima metà del Cinquecento, Michel de Notredame, conosciuto come Nostradamus, è a tutti gli effetti il più celebre profeta della storia, grazie ad un libro, Le profezie, in cui sono raccolte in forma di versi, numerose predizioni. Proprio a Nostradamus sono state attribuite le previsioni di alcuni tra gli eventi più importanti che hanno segnato la storia dell'umanità: dalla Rivoluzione Francese al Nazismo, dallo sbarco sulla Luna alle Torri Gemelle. Ma ovviamente queste sono solo delle interpretazioni, poiché le quartine in questione non contengono dei riferimenti oggettivi specifici. L'unica volta che Nostradamus ha fornito una data precisa, si è sbagliato: aveva previsto, infatti, la fine del mondo per il 1999.

    Harry Houdini

    Harry Houdini

    Ehrich Weiss, conosciuto con il nome di Henry Houdini, nacque a Budapest nel 1874, ma emigrò ancora bambino negli Stati Uniti.

    Harry Houdini si prepara per un esperimento

    Harry Houdini si prepara per un esperimento

    Fin da piccolo coltivò il sogno di diventare prestigiatore, lavorò per anni fino a quando i giornali cominciarono ad accorgersi di lui, di questo straordinario ragazzo che riusciva a liberarsi da qualsiasi catena e in qualsiasi situazione.

    Harry Houdini in un altro dei suoi incredibili numeri

    Harry Houdini in un altro dei suoi incredibili numeri

    Il successo di Houdini fu planetario ed ogni sua impresa diventava un trionfo in tutto il mondo: come quando riuscì a liberarsi dopo che si era fatto rinchiudere, a testa in giù e con i piedi legati al coperchio, in un grande contenitore di vetro pieno d'acqua e chiuso dall'esterno. Fu una delle fughe più spettacolari della storia, che consacrò l'illusionista come il più grande di tutti i tempi.

    Houdini

    Houdini

    In realtà Houdini non millantò mai facoltà paranormali o poteri di straordinaria natura: anzi, negli ultimi periodi della sua vita, si impegnò a svelare i trucchi di medium e spiritisti. Morì nel 1926, a causa delle percosse subite da parte di uno studente di boxe che voleva metterne alla prova la leggendaria forza fisica. Ma colto di sorpresa (era infatti nel suo camerino, subito dopo uno spettacolo) Houdini non ebbe il tempo di prepararsi a ricevere i colpi.

    Rasputin, eminenza grigia dei Romanov

    Rasputin, eminenza grigia dei Romanov

    Figura ormai leggendaria, Grigorij Efimovic Rasputin, nato in Siberia nel 1869, divenne famoso dopo che agli inizi del '900 cominciarono a diffondersi in Russia voci sulle sue presunte capacità sciamaniche. Grazie alla fitta rete di relazioni che aveva saputo costruire intorno a sé, riuscì ad arrivare alla corte dello zar Nicola II, la cui moglie, Alessandra, preoccupata per il figlio Alessio emofiliaco, invitò Rasputin a tentare di guarirlo.

    Rasputin

    Rasputin

    Il suo ruolo alla corte dello zar divenne sempre più influente, tanto che, nel 1916, un gruppo di nobili ordì una congiura. La sua morte rocambolesca (gli fu somministrato del veleno durante una cena ma non sortì alcun effetto; gli spararono alle spalle ma si rialzò e tentò di fuggire, per finire poi morto a bastonate e gettato in un fiume) contribuì ad accrescere l'alone di mistero attorno alla sua già enigmatica figura. Ancora oggi non è chiaro quale sia stato davvero il suo ruolo a livello politico. Forse fu solo un capro espiatorio per chi era contrario alle decisioni dello zar, ma non aveva la forza per affrontarlo direttamente. Nella foto la statua in cera di Rasputin al Palazzo di Yusupov a San Pietroburgo, dove avvenne l'assassinio e dove un piccolo museo delle cere rievoca tutta la scena del tragico evento.

    Il conte Dracula

    Il conte Dracula

    Vlad III di Valacchia, meglio conosciuto con il patronimico Dracula, fu un nobile rumeno di grande fama vissuto tra il 1431 e il 1476. Nonostante sia venerato come eroe popolare in Romania per averne protetto la popolazione, il conte Vlad è passato alla storia soprattutto per le sue atrocità: uomo crudele e sanguinario fu soprannominato 'impalatore' per la pratica che aveva di impalare i nemici.

    Gerard Croiset

    Gerard Croiset

    Fu un sensitivo olandese che divenne famoso, negli anni Sessanta come 'detective del paranormale'. Pare infatti che avesse la capacità di trovare le persone scomparse e di capire, grazie alle sue percezioni, chi fossero i colpevoli di determinati crimini. Testimone dei suoi poteri, il parapsicologo Wilhelm Tenhaeff, che scrisse molto su Croiset, autenticandone le 'imprese'.

    Gerard Croiset

    Gerard Croiset

    Croiset fu interpellato anche dalle autorità italiane nel 1978 a causa del rapimento di Aldo Moro, in occasione del quale ammise 'non garantisco di riuscire a trovare Moro vivo o morto', ma fornì una lunga lista di informazioni, tra cui 'un edificio su cui transitano aerei' e 'il paese di Civitella Paganico' dettagli però che si rivelarono totalmente ininfluenti. Il fenomeno Croiset fu decisamente ridimensionato grazie ad una lunga inchiesta condotta dal giornalista olandese Piet Hein Hoebens, il quale scoprì che il professor Tenhaeff aveva esagerato in tutti i suoi resoconti sulle 'imprese' di Croiset, arrivando, in alcuni casi, addirittura a mentire.

    Giuseppe Balsamo

    Giuseppe Balsamo

    Detto anche conte di Cagliostro, fu un avventuriero con fama di mistico e alchimista. Costretto a girovagare per l'Europa a causa di una serie di truffe più o meno scaltre, durante i suoi viaggi incontrò il favore, grazie alle sue capacità affabulatorie, di nobili e cardinali. Ai quali raccontava una serie di fantasiose panzane: come quella di appartenere a misteriose sette segrete, di avere visioni mistiche e di possedere poteri miracolosi.

    La Rocca di San Leo

    La Rocca di San Leo

    Nel 1784 fondò la Massoneria di Rito Egizio, autoeleggendosi 'Gran Cofto' ed acquistando la stima degli aristocratici e dei massoni benestanti di tutta Europa. Ma si trovò, sebbene del tutto estraneo ai fatti, coinvolto nel famoso 'scandalo della collana', una truffa architettata ai danni della regina Maria Antonietta di Francia.

    La cella di Cagliostro

    La cella di Cagliostro

    Costretto a fuggire, al suo ritorno in Italia Cagliostro fu arrestato per truffa, eresia e per aver esercitato attività massoniche. Fu condannato alla prigionia a vita presso la Rocca di San Leo. Nella foto, il famoso 'pozzetto', la cella scavata nella pietra dove, dopo quattro anni di terribili sofferenze, Cagliostro morì.

    Edgar Cayce

    Edgar Cayce

    Conosciuto anche come il 'profeta dormiente' è stato il sensitivo più famoso d'America, dedicandosi soprattutto alla diagnosi di malattie per via spiritica. Sosteneva di cadere in 'trance', una condizione del tutto simile al sonno, durante la quale riusciva a 'vedere' la malattia di una determinata persona, formulandone una diagnosi e suggerendone la cura (solitamente a base di erbe, riposo e massaggi). Spesso Cayce sosteneva di avere delle visioni durante le quali ricordava le sue precedenti reincarnazioni, tra cui quella di essere stato uno dei discepoli di Cristo. Fu anche profeta: tra le sue profezie la vittoria di Hitler, la riemersione nel 1968 di Atlantide e la conversione al cristianesimo della Cina. Nessuno mai si preoccupò di valutare l'efficacia delle sue profezie né tantomeno delle sue diagnosi e cure, perciò a tutt'oggi non vi è nulla che possa smentire la buona fede del suo operato. Nel 1931 creò l'Association for Research and Enlightenment tuttora in attività.

    Cayce

    Cayce

    Un giornale dell'epoca racconta una delle "imprese" di Cayce: un analfabeta che sotto ipnosi si trasforma in un medico.

    Mina Stinson

    Mina Stinson

    Celebre medium americana, divenne famosa con il nome di 'Margery'. Assecondando le passioni per lo spiritismo del marito, il medico LeRoy Goddard Crandon, si accorse di avere uno spirito guida, il fratello Walter, morto giovane in un incidente.

    Ectoplasma e sedute spiritiche

    Ectoplasma e sedute spiritiche

    Accettando la sfida lanciata dal periodico Scientific American, Margery decise di dimostrare di avere poteri paranormali davanti ad una commissione di esperti, tra i quali anche Houdini che, dopo aver partecipato ad alcuni incontri, annunciò di aver scoperto i trucchi della medium. Disse di essersi accorto che la donna, al buio, utilizzava il piede per spostare oggetti e suonare una campanella. Scoppiò una feroce querelle tra l'illusionista e i sostenitori della medium fino a che non emersero ulteriori prove di frode che rovinarono definitivamente la reputazione e la fama della sensitiva.

    Gustave Rol

    Gustave Rol

    Definito spesso come il più grande e potente sensitivo del XX secolo, si dice che durante i suoi 'numeri' (rigorosamente nella sua casa torinese e solo per un pubblico di amici selezionatissimo) fosse capace di trasformare le carte da gioco, di indovinare ciò che pensavano i suoi ospiti, di leggere frasi in libri chiusi e via dicendo. Ma Rol non accettò mai di 'esibirsi' davanti alle telecamere o al cospetto di esperti, pur avendo tra i suoi estimatori personalità del calibro di Zeffirelli, Fellini, Agnelli e Buzzati. Poiché al termine di ogni esperimento distruggeva sempre tutto, molti ritengono che fosse solo un abile prestigiatore: ma il suo grande carisma rimane ancora oggi indiscutibile.

    Rol durante una delle sue 'esibizioni'

    Rol durante una delle sue 'esibizioni'

    Rol con Fellini, suo grande estimatore

    Rol con Fellini, suo grande estimatore

    Franz Anton Mesmer

    Franz Anton Mesmer

    Mesmer fu un medico tedesco convinto del grande potere terapeutico emanato dalle calamite applicate sul corpo umano. Successivamente però si convinse che le guarigioni erano dovute a ciò che lui stesso definì 'magnetismo animale' ossia una sorta di energia sprigionata dalle mani del terapeuta. Nel corso di sedute di guarigione organizzate dallo stesso Mesmer, i partecipanti erano invitati a stringere tra le mani una sbarra di ferro che sporgeva da una tinozza colma di acqua mescolata a sostanze chimiche. Dopo aver avuto delle reazioni isteriche, i pazienti sostenevano di essere guariti. Il 'mesmerismo' colpì anche il re di Francia Luigi XVI che istituì una commissione d'inchiesta che dichiarò inconsistenti gli esperimenti del medico: i risultati ottenuti, infatti, erano dovuti esclusivamente a fenomeni di suggestione. Mesmer dunque fu costretto a lasciare Parigi e il suo lavoro, morendo dimenticato in Germania.

    Nikola Tesla

    Nikola Tesla

    Di origine serba ma naturalizzato americano, fu ingengere, fisico e inventore, conosciuto soprattuto per il lavoro rivoluzionario svolto nel campo dell'elettromagnetismo. A causa della sua personalità eccentrica e delle sue bizzarre affermazioni (sosteneva, ad esempio, che la castità gli era utile per le sue doti scientifiche) fu, soprattutto negli ultimi anni di vita, ostracizzato e considerato una sorta di scienziato pazzo. Successivamente, e non con poche polemiche, molti dei suoi risultati sono stati usati per appoggiare pseudoscienze, occultismo, teorie sugli UFO e filosofie New Age.

    Nikola Tesla nel suo studio

    Nikola Tesla nel suo studio

    Saint Germain e la pietra filosofale

    Saint Germain e la pietra filosofale

    Alchimista e avventuriero francese, il conte di Saint Germain fu un personaggio di rilievo alla corte di Francia del XVIII secolo. Secondo la leggenda trovò la celebre pietra filosofale per cui, a detta di molti, non invecchiava mai e trasformava il metallo in oro. Uomo di grande fascino e magnetismo, la sua fama crebbe moltissimo anche dopo la sua morte. Si narra addirittura che alcuni lo abbiano incontrato molti anni dopo la sua scomparsa ufficiale e ancora oggi c'è chi dice che lo si possa vedere a Roma, nel giorno di Natale, seduto nei giardini del Pincio.

    Uri Geller

    Uri Geller

    Nato in Israele nel 1946, Uri Geller è considerato l'esempio vivente dell'esistenza del paranormale. O almeno fino a qualche decennio fa. Divenne, infatti, famoso negli anni Settanta come l'uomo che piegava i metalli, indovinava disegni chiusi in buste sigillate, deviava aghi di bussole. Tutte facoltà, diceva, conferitegli dagli alieni. Ma l'illusionista James Randi, che studiò attentamente le esibizioni di Geller, ne individuò gli ingegnosi trucchi, tanto da riprodurli pubblicamente lui stesso. Lo sfidò più volte a dimostrare le sue capacità in condizioni che avrebbero impedito l'utilizzo dei trucchi, ma Geller rifiutò sempre. Da qui il declino e oggi è semplicemente un personaggio televisivo.