NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I 10 nudi più belli della storia dell'arte: la fotogallery con le immagini

1 di 24
    continua
    http://www.nanopress.it/cultura/foto/i-10-nudi-piu-belli-della-storia-dellarte-la-fotogallery-con-le-immagini_811.html
    I 10 nudi più belli della storia dell'arte
    I 10 nudi più belli della storia dell'arte. Tra i 10 nudi più belli della storia dell'arte compaiono, secondo un noto quotidiano inglese, anche alcune tra le opere di indiscussi maestri italiani. Michelangelo, Caravaggio, Canova e Donatello rientrano nella rassegna con opere celeberrime, che hanno fatto la storia dell'arte non solo italiana ma di tutto il mondo. Sono lavori che rappresentano figure ritratte completamente, o quasi, nude, a conferma della tesi che il nudo è un tema che ha suscitato da sempre grande fascino presso gli artisti, da quelli classici a quelli più moderni, dai pittori ai fotografi, tutti attratti dalla bellezza, dal mistero, dalla ambiguità evocati dai corpi nudi. I Bronzi di Riace, conservati nel museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, esprimono al meglio l'idea del nudo come esaltazione della gloria umana, rivelando, più di qualsiasi altra opera, la vera maestosità del nudo sensuale dell'antica Grecia.

    I 10 nudi più belli della storia dell'arte

    Tra i 10 nudi più belli della storia dell'arte compaiono, secondo un noto quotidiano inglese, anche alcune tra le opere di indiscussi maestri italiani. Michelangelo, Caravaggio, Canova e Donatello rientrano nella rassegna con opere celeberrime, che hanno fatto la storia dell'arte non solo italiana ma di tutto il mondo. Sono lavori che rappresentano figure ritratte completamente, o quasi, nude, a conferma della tesi che il nudo è un tema che ha suscitato da sempre grande fascino presso gli artisti, da quelli classici a quelli più moderni, dai pittori ai fotografi, tutti attratti dalla bellezza, dal mistero, dalla ambiguità evocati dai corpi nudi. I Bronzi di Riace, conservati nel museo nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria, esprimono al meglio l'idea del nudo come esaltazione della gloria umana, rivelando, più di qualsiasi altra opera, la vera maestosità del nudo sensuale dell'antica Grecia.

    Amor vincit omnia

    Amor vincit omnia

    Realizzato da Caravaggio tra il 1602 e il 1603, è conservato nello Staatliche Museen di Berlino. Per la posa con cui è rappresentato, gambe sollevate e divaricate, è considerato da alcuni come la raffigurazione dell'omosessualità, mentre è opinione molto più diffusa, che sia un omaggio del pittore a Michelangelo, per il quale nutriva grande ammirazione.

    Caravaggio

    Caravaggio

    Michelangelo Merisi da Caravaggio (1571-1610), è stato uno dei pittori italiani più celebri di tutti i tempi. Le sue straordinarie opere si caratterizzano per l'uso particolare della luce, un uso quasi drammatico che analizza e rappresenta l'uomo, nella sua dimansione fisica ed emotiva.

    Napoleone come Marte vincitore

    Napoleone come Marte vincitore

    Scolpita da Canova tra il 1802 e il 1806, l'opera è conservata all'Apsley House di Londra. La clamide che ricopre la spalla sinistra, è di chiara ispirazione classica.

    Napoleone come Marte vincitore

    Napoleone come Marte vincitore

    Una copia in bronzo dell'opera del Canova, è stata realizzata nel 1811 dai fratelli Righetti e si trova, dal 1859, nel cortile dell'Accademia di Belle Arti di Brera.

    Antonio Canova

    Antonio Canova

    Antonio Canova (1757-1822) è ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo ed è soprannominato, per questo, il "nuovo Fidia"

    Lutz e Alex seduti tra gli alberi

    Lutz e Alex seduti tra gli alberi

    Di Wolfgang Tillmans

    Wolfgang Tillmans

    Wolfgang Tillmans

    Wolfgang Tillmans è considerato uno dei fotografi d'arte più celebri al mondo. E' stato il primo artista non inglese a ricevere il Turner Prize, consegnato ogni anno dalla Tate Gallery agli artisti che si distinguono nel campo delle arti visive.

    Cristo della Minerva

    Cristo della Minerva

    Il drappeggio dorato in bronzo che ricopre le parti intime fu aggiunto all'opera, realizzata da Michelangelo tra il 1519 e il 1520, solo dopo il Concilio di Trento. E' conservata nella basilica di Santa Maria sopra Minerva a Roma.

    Cristo della Minerva

    Cristo della Minerva

    L'opera vista di profilo

    Michelangelo

    Michelangelo

    Michelangelo Buonarroti (1475-1564) è uno dei protagonisti assoluti del Rinascimento italiano. Ha manifestato il suo grande genio in molteplici discipline: dalla pittura alla scultura, dalla poesia all'architettura, lasciando un segno indelebile nella storia della cultura mondiale.

    Naked men, back view

    Naked men, back view

    Olio su tela (1991-1992) di Lucian Freud, si trova al Metropolitan Museum of Art di New York.

    Lucian Freud

    Lucian Freud

    Lucian Freud (1922-2011), nipote di Sigmund Freud, è stato un pittore inglese. In questa foto è ritratto insieme al modello di un suo celebre ritratto.

    David di Donatello

    David di Donatello

    Androgino e dalla pelle perfettamente liscia, il giovane nudo scolpito dall'artista intorno al 1440, è considerato da molti 'sfacciatamente sessuale' nel corpo, rappresentato in tutta la sua perfezione, e nello sguardo fiero, da vincitore.

    David

    David

    L'opera è conservata al museo nazionale del Bargello di Firenze.

    David di Donatello

    David di Donatello

    La scultura vista da tre prospettive diverse

    Donatello

    Donatello

    Donato di Niccolò di Betto Bardi (1386-1466) noto con il nome di Donatello, fu, insieme a Brunelleschi e a Masaccio, uno dei tre padri del Rinascimento fiorentino

    Torso del belvedere

    Torso del belvedere

    Fu ritrovata all'inizio del cinquecento nei pressi di Cmpo de' Fiori a Roma ed è attualmente conservata nei Musei Vaticani, nel complesso del museo Pio-Clementino. Diventò, all'epoca del ritrovamente, oggetto di studio e di ammirazione da parte di molti artisti, tra cui Michelangelo, negli schizzi a carboncino del quale si ritrovano delle immagini molto simili. La scultura, che ritrae un uomo nell'atto di alzarsi, rivela una sorta di pathos e di sofferenza, accanto all'idea del corpo perfetto, tipico della cultura classica.

    Ercole farnese

    Ercole farnese

    La scultura in marmo di Glycos Ateniese è una copia dell'originale in bronzo realizzata da Lisippo nel IV secolo. E' stata rinvenuta alle terme di Caracalla a Roma nel 1546 ed è conservata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

    Ercole farnese

    Ercole farnese

    L'eroe è immortalato mentre, dopo le fatiche, si riposa e conserva, dietro la schiena, i pomi d'oro rubati alle Esperidi.

    Glycos Ateniese

    Glycos Ateniese

    Firma dello scultore Glykos di Atene posta ai piedi dell'Ercole Farnese

    Bronzi di Riace

    Bronzi di Riace

    I nudi di Robert Mapplethorpe

    I nudi di Robert Mapplethorpe

    Robert Mapplethorpe

    Robert Mapplethorpe

    Figlio della New York trasgressiva degli anni settanta, è stato uno degli artisti più provocatori e discussi del secolo scorso. Le sue foto erotiche, al limite della pornografia, ritraggono i nudi maschili con una purezza tale da avvicinarli, in maniera impressionante, a quelli di stampo classico antico

    Foto correlate