I libri migliori del 2017: la classifica dei romanzi più belli

Manca poco alla fine dell'anno e anche in fatto di libri è tempo di bilanci: quali sono i libri migliori del 2017? Più che una classifica vorremmo darvi qualche consiglio di lettura sui titoli più amati e venduti dell'anno e tra autobiografie, saggi e romanzi d'amore ce n'è davvero per tutti i gusti

da , il

    I libri migliori del 2017: la classifica dei romanzi più belli

    Scegliere tra le migliaia di titoli che affollano le librerie è sempre molto difficile, soprattutto se si parla dei libri migliori del 2017. Una classifica dei romanzi più belli è, infatti, pressocché impossibile, non solo per l’estrema varietà dei titoli pubblicati ogni anno, ma perché ognuno, in fatto di letture, ha il proprio gusto personale. Tuttavia vi sono dei libri obiettivamente più amati di altri, vuoi per le trame più avvincenti, vuoi per premi letterari vinti, vuoi per il successo, personale, del loro autore. Lungi dal voler stilare una classifica vera e propria (anche perché i romanzi pubblicati quest’anno in Italia sono davvero tanti) ecco una breve selezione dei libri migliori del 2017, e tra autobiografie, saggi e romanzi d’amore ce n’è davvero per tutti i gusti.

    Manca davvero poco alla fine dell’anno e, anche in fatto di libri, è tempo ormai di bilanci: quali sono i libri migliori del 2017? Più che una ‘classifica di gradimento’ vorremmo darvi qualche consiglio di lettura, considerando i titoli di cui si è parlato di più, i romanzi in cima alle top ten di vendite e quelli vincitori di premi letterari importanti. Eccoli brevemente qui di seguito.

    Il giorno che aspettiamo

    Pubblicato dalla Casa Editrice Nord a maggio 2017, Il giorno che aspettiamo è il romanzo d’esordio della statunitense Jill Santopolo, diventato un caso editoriale ancor prima della sua pubblicazione. Merito – forse – dell’ambientazione, la New York dell’11 settembre 2001, e della tematica affrontata – l’equilibrio difficile, in una storia d’amore, tra le aspirazioni personali e quelle di coppia. I due protagonisti, infatti, si incontrano e si innamorano proprio quel giorno, quando la città (e non solo) si scontra con l’orrore di un attentato terroristico destinato a cambiare la storia. Ma le scelte (sofferte) di lui li portano inevitabilmente ad allontanarsi, fino a che il destino, a tredici anni da quel terribile giorno, li mette di fronte alla scelta definitiva. Quale sarà?

    Prova a fermarmi

    Secondo Ken Follet, Lee Child, scrittore britannico e autore di crime fiction di successo, è ‘il numero 1 tra gli scrittori di thriller’: merito del suo personaggio più celebre, Jack Reacher, che in molti considerano il ‘cavaliere errante del XXI secolo’, il nuovo eroe americano sempre pronto ad aiutare i più deboli. In questo romanzo, tra i libri migliori del 2017, e l’ennesimo con Reacher protagonista, il nostro si trova alle prese con una misteriosa sparizione fino a quando, tra assassini e spietati criminali, si troverà di fronte al suo incubo peggiore.

    L'Arminuta

    In libreria per Feltrinelli dallo scorso febbraio, L’arminuta, di Donatella di Pietrantonio, è il romanzo vincitore del Premio Campiello 2017. Accolto con grande favore sia dal pubblico che dalla critica, il romanzo affronta il tema delicato del rapporto madre-figlia, raccontando della protagonista – l’arminuta, in dialetto abruzzese la ‘ritornata’ – che, da un giorno all’altro, scopre di non essere figlia delle persone con cui è cresciuta. Si ritrova così a far ritorno nella sua famiglia d’origine, scoprendo un ambiente tutt’altro che confortevole e rivivendo, a soli tredici anni, il secondo abbandono della sua vita.

    La stanza profonda

    Tra i 12 finalisti al Premio Strega 2017, La stanza profonda è un romanzo dello scrittore toscano Vanni Santoni, ambientato nel mondo dei giochi di ruolo. Protagonista un gruppo di ragazzi di provincia, che per vent’anni, ogni martedì, si riunisce in un garage per giocare. Nel frattempo il mondo, quello vero, si trasforma e va avanti. Un romanzo sospeso tra il nostalgico e l’affresco sociale, che indaga la storia di un passatempo particolare entrato a pieno titolo nell’immaginario collettivo contemporaneo.

    Propizio è avere ove recarsi

    Emmanuel Carrère è tra gli scrittori contemporanei più conosciuti e stimati del mondo, autore di diversi romanzi tra i quali il celebre Limonov, una biografia romanzata su un controverso dissidente russo di nome Eduard Limonov. In Propizio è avere ove recarsi, invece, tra i libri migliori del 2017, Carrère raccoglie i saggi e gli articoli scritti negli ultimi 25 anni, da reportage su casi di cronaca ai viaggi in Romania sulle tracce del conte Dracula. Una specie di ‘autoritratto involontario’ che spiega in che modo letteratura e giornalismo possono – armoniosamente – procedere di pari passo.

    La più amata

    Bellissimo libro di Teresa Ciabatti, La più amata, tra i cinque finalisti al Premio Strega 2017, è il racconto autobiografico di una famiglia e, al contempo, l’affresco feroce di un’epoca intera. La storia è quella di una bambina cresciuta nel riflesso abbagliante del padre, un medico famoso e potente al centro di misteriose relazioni. Quando Teresa ormai adulta decide di scoprire chi è in realtà quel padre che tanto la ama, scopre che tutto, nei racconti di famiglia, è stato ‘riadattato’. Perché?

    Milk and honey. Parole d'amore, di dolore, di perdita e di rinascita

    Nelle librerie italiane dal mese di marzo, anche questo volume firmato da Rupi Kaur, giovane poetessa canadese di origine indiana, è tra i libri migliori del 2017. E’ una raccolta di versi e di pensieri che, accompagnati dai disegni della stessa autrice, aiutano ad ‘affrontare, tramite la poesia, i momenti più difficili della vita’.

    Nel guscio

    Nel guscio, è l’ultimo, in ordine di tempo, sorprendente romanzo di Ian McEwan, un thriller altamente emozionante capace di appassionare pubblico e critica. Accolto oltreoceano come il capolavoro assoluto dello scrittore britannico, racconta dell’omicidio di un padre visto con gli occhi di un bambino non ancora nato.

    Exit west

    Exit West è il titolo del terzo, bellissimo, romanzo di Moshin Hamid, scrittore pakistano residente a Londra, assai apprezzato anche in Italia. Il libro, che affronta il dramma sociale del nostro tempo, quello dei migranti in fuga dalla guerra, racconta di Nadia e Saeed che si conoscono e si innamorano proprio quando la loro terra diventa ostaggio di violenza e di barbarie. Imbarcatisi in grossi barconi ed in viaggio verso un ‘misterioso altrove’, i due scappano dalla devastazione della guerra in cerca di un posto dove essere felici.

    Magari domani resto

    Tra i libri migliori del 2017, nella nostra personale classifica dei romanzi più belli, c’è anche Magari domani resto, l’ultima fatica di Lorenzo Marone per diverse settimane (è uscito a febbraio) in cima alla top ten di vendite. La storia, che ha per protagonista un’avvocatessa che vive a Napoli, si dipana tra la voglia della donna di fuggire da quel contesto così difficile – i Quartieri Spagnoli – e la voglia, invece, di rimanere nella sua amata città. Quando avrà tra le mani una caso difficile come quello dell’affidamento di un bimbo speciale, Luce – questo il suo nome – risolverà il dubbio che si porta dietro da sempre: scappare o restare?