Maria Montessori, biografia breve e frasi celebri della famosa educatrice

Il 31 agosto del 1870 nasceva Maria Montessori, scienziata e pedagogista italiana famosa per il metodo educativo adottato, ancora oggi, in migliaia di scuole in tutto il mondo

da , il

    Maria Montessori, biografia breve e frasi celebri della famosa educatrice

    E’ una delle donne che hanno fatto la storia italiana e non solo, Maria Montessori, di cui vorremmo proporvi brevemente la biografia e le frasi celebri sull’educazione dei bambini. Nata il 31 agosto del 1870, e famosa in tutto il mondo per il metodo educativo che porta il suo nome, Maria Montessori è stata pedagogista, scienziata e neuropsichiatra infantile (fu una delle prime donne a laurearsi in Medicina in Italia) ed il suo sistema pedagogico, basato sulla libertà del bambino e sul rispetto per il suo naturale sviluppo psicologico, fisico e sociale, è usato, ancora oggi, in migliaia di scuole in tutto il mondo, soprattutto negli Stati Uniti. In omaggio ad una delle figure femminili più significative del Novecento, dunque, ecco una breve biografia di Maria Montessori ed alcune delle sue frasi celebri, per ricordarne l’omonimo metodo, la sua efficacia e l’importanza che ebbe (e che ha tuttora) sull’educazione dei più piccoli.

    Maria Montessori, breve biografia

    Prima di procedere con le frasi celebri di Maria Montessori, vale la pena accennare brevemente alla sua biografia. Nata a Chiaravalle (An) il 31 agosto del 1870, si trasferì ancora piccola a Roma dove, dopo aver completato gli studi, si laureò in Medicina nel 1869.

    Fu durante l’Università che si appassionò alla pediatria e alla psichiatria: divenne assistente alla clinica psichiatrica universitaria di Roma e cominciò a dedicarsi ai bambini con deficit mentali; nello stesso tempo, si accostò alla questione femminile, impegnandosi nell’emancipazione delle donne.

    Fu nella sua prima ‘Casa per Bambini’, aperta a Roma agli inizi del Novecento, che Maria Montessori mise in pratica il suo sistema educativo, spiegato successivamente nel volume Il metodo della pedagogia scientifica, che le diede fama internazionale consentendole di aprire nuove strutture educative per bambini. Dapprima supportata ma poi sostanzialmente emarginata dal Fascismo, la Montessori abbandonò l’Italia agli inizi degli anni Trenta, soggiornando a lungo in India dove portò avanti il metodo che aveva elaborato.

    Tornò in Europa solo nel ’46 e in Olanda, il 6 maggio del 1952, Maria Montessori morì.

    Il Metodo Montessori

    Oltre a numerosi libri, frasi celebri e aforismi sull’educazione dei bambini, la Montessori è ricordata in primis per il metodo d’insegnamento che ideò per i più piccoli. La sua grande intuizione fu quella di applicare i metodi elaborati per aiutare i fanciulli con deficit mentali anche nell’educazione dei bambini normodotati, convinta dell’efficacia dei procedimenti educativi rispetto, nel caso di portatori di handicap, ai trattamenti medici.

    La pedagogia elaborata nel suo metodo da Montessori si basa principalmente sulla libertà del piccolo di sperimentare per proprio conto il mondo che lo circonda, per favorirne la creatività e lo sviluppo delle doti naturali. Per scoprire ciò che lo circonda, e per imparare, deve avere un ‘mondo su misura’, un ambiente amichevole e colorato che gli permetta di interagire con gli altri e di apprendere, divertendosi, con maggiore naturalità possibile.

    Maria Montessori, frasi celebri sull’educazione dei bambini

    Oltre ad una serie infinita di libri (tra i quali vale la pena citare Il metodo della pedagogia scientifica applicata all’educazione infantile, L’autoeducazione nelle scuole elementari, Il bambino in famiglia ed Educare alla libertà), Maria Montessori ci ha lasciato tantissime frasi e citazioni celebri che spiegano al meglio il metodo che ha elaborato. Eccone, qui di seguito, qualcuna:

    ‘Il più grande segno di successo per un insegnante… è poter dire: i bambini stanno lavorando come se io non esistessi’.

    ‘Una prova della correttezza del nostro agire educativo è la felicità del bambino’.

    ‘La prima premessa per lo sviluppo del bambino è la concentrazione. Il bambino che si concentra è immensamente felice’.

    ‘Per aiutare un bambino, dobbiamo fornirgli un ambiente che gli consenta di svilupparsi liberamente’.

    ‘Mai aiutare un bambino mentre sta svolgendo un compito nel quale sente di poter avere successo’.

    ‘L’educazione comincia dalla nascita’.

    ‘Per insegnare bisogna emozionare. Molti però pensano ancora che se ti diverti non impari’.

    ‘La cultura è assorbita dal bambino attraverso esperienze individuali in un ambiente ricco di occasioni di scoperta e di lavoro’.

    ‘La cultura si deve lasciar prendere attraverso l’attività, con l’aiuto di materiali che permettano al bambino di acquistarla da solo, spinto dalla natura della sua mente che cerca, e diretto dalle leggi del suo sviluppo’.